Superlega, i tifosi vip scrivono a Zanetti: “Convinci l’Inter a tornare indietro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:20
0

Diciotto tifosi vip scrivono al vicepresidente nerazzurro Javier Zanetti: “Capitano, non si sentiva la mancanza di un campionato per soli ricchi. Convinci l’Inter a tornare indietro”. 

Javier Zanetti, ex capitano dell’Inter, ora vicepresidente (foto Getty Images)

“Caro Zanetti, convinci l’Inter a fare un passo indietro”. Il mondo della cultura e dello spettacolo di fede interista si mobilita per sovvertire la decisione del club nerazzurro di partecipare alla Superlega, la nuova competizione internazionale fondata dai 12 top club europei.

Superlega: diciotto vip scrivono all’ex capitano dell’Inter

Da Michele Serra e Gabriele Salvatores, passando per Gad Lerner e Paolo Rossi, fino ad arrivare ad Enrico Mentana (per citarne qualcuno) non hanno gradito la scelta della società di dare vita a un campionato d’èlite, riservato solo ai club più blasonati.

Il giornalista Enrico Mentana (foto Getty Images)

I tifosi vip hanno preso carta e penna per scrivere un’accorata lettera al vicepresidente nerazzurro Javier Zanetti, ex capitano del Triplete, diventato un simbolo della storia interista anche per via della sua semplicità. Il messaggio è chiaro e arriva direttamente al cuore: “Quando una squadra piccola e sfavorita sconfigge una squadra forte e potente (per fortuna càpita), lo spirito dello sport ne esce esaltato. Se i ricchi si frequentano solo tra loro, in genere è perché hanno paura di perdere qualcosa”

Il messaggio a Zanetti

Idolo della folla, un personaggio da sempre vicino al popolo, rispettato dagli avversari e stimato dagli addetti ai lavori, l’argentino è stato scelto come destinatario di un messaggio composto ma deciso.

“Capitano, ti chiediamo di fare quanto è nelle tue possibilità per dissuadere l’Inter da un passo falso così grave. Il calcio è di tutti”, si legge in uno dei passaggi chiave scritto dai celebri tifosi nerazzurri.

Gabriele Salvatores, regista, ha vinto il Premio Oscar nel 1992 con il film “Mediterraneo” (foto Getty Images)

Il testo integrale della lettera dei tifosi celebri

“Caro Capitano, secondo notizie ormai ufficiali dodici club europei, tra i quali l’Internazionale FC, hanno intenzione di dare vita a una Superlega (presidente Florentino Perez, Real Madrid, vicepresidente Andrea Agnelli, Juventus) a circuito chiuso: a quanto se ne sa, i membri permanenti sarebbero quindici, soci a vita di un circolo davvero molto esclusivo, considerando che ogni anno solo altre cinque squadre europee sarebbero ammesse al confronto sportivo con questi super-club”.

“Nel caso andasse in porto, è un’iniziativa che sovverte in modo brutale i criteri di ammissione ai tornei continentali fino a qui conosciuti, e seguiti con passione da un pubblico tanto vasto quanto vasta è la base sportiva interessata: centinaia di squadre di club di ogni Paese europeo. Trentadue squadre partecipano alla Champions League, 184 alla Europa League, e quello che più conta è che ognuna di queste squadre, anno dopo anno, deve conquistare sul campo, con i risultati, il diritto di partecipare; nessuna può considerarsi automaticamente ammessa per diritto divino, o meglio perché economicamente più potente”.

LEGGI ANCHE —> Superlega, la posizione di Boniek: “È la terza guerra mondiale del calcio”

“Caro Capitano, di un Campionato per soli ricchi, con una piccola fettina riservata di anno in anno, a turno, agli esclusi, non si sentiva davvero la mancanza. L’iniquità di questo progetto era evidente anche prima che le autorità sportive europee, con una durissima presa di posizione, richiamassero i club ai loro vincoli di lealtà, e alle regole comuni: che valgono per tutti.

LEGGI ANCHE —> L’ex Inter e la Superlega: “Disgustato, lottiamo contro questa competizione”

È nel nome della lealtà sportiva, che tu hai incarnato per tanti anni nei campi di tutto il mondo, che noi, tifosi interisti firmatari di questa lettera aperta, ti chiediamo di fare quanto è nelle tue possibilità per dissuadere la società Internazionale FC da un passo falso così grave. Il calcio è di tutti. E quando una squadra piccola e sfavorita sconfigge una squadra forte e potente (per fortuna càpita), lo spirito dello sport ne esce esaltato. Se i ricchi si frequentano solo tra loro, in genere è perché hanno paura di perdere qualcosa”.

“Aiuta l’Inter, caro Capitano, a rimanere nel calcio di tutti. Grazie”.

Michele Serra

Gad Lerner

Enrico Mentana

Paolo Rossi

Roberto Zaccaria

Gino Vignali

Michele Mozzati

Gabriele Salvatores

Riccardo Milani

Carlo Arturo Sigon

Alberto Crespi

Davide Corritore

Alessandro Marina

Nico Colonna

Riccardo Rocco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here