Sassuolo, oggi contro la Sampdoria con il lutto al braccio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:34
0

Una bruttissima notizia scuote il mondo del Sassuolo a poche ore dal match di questa sera contro la Sampdoria al Mapei Stadium.

Vice presidente del Sassuolo
Il vice presidente del Sassuolo Sergio Sassi scomparso oggi (Fonte foto, profilo Twitter Ufficiale US Sassuolo)

Il Sassuolo è in lutto, questa mattina è arrivata una tragica notizia e ad annunciarla è stata la propria società sul propri sito ufficiale neroverde: “È oggi venuto prematuramente a mancare il nostro vice presidente Sergio Sassi, che per tanti anni è stato una colonna portante della storia del Sassuolo Calcio oltre ad essere una stimatissimo imprenditore del comprensorio ceramico”

Sassuolo in lutto, addio a Sergio Sassi

L’addio al vice presidente è un duro colpo per la famiglia emiliana e la sua figura viene ricordata così ancora sul sito ufficiale del Sassuolo: “Sempre vicino alla squadra nei momenti importanti, la sua scomparsa ha colpito tutto il mondo neroverde. La famiglia Squinzi, il presidente Carlo Rossi e l’A.D. Giovanni Carnevali, i dirigenti, le squadre, gli staff tecnici, i dipendenti e i collaboratori del Sassuolo Calcio partecipano al dolore della famiglia di Sergio Sassi”.

LEGGI ANCHE: Sassuolo – Sampdoria, probabili formazioni, precedenti, curiosità

Mancherà una figura seria e stimata come il vicepresidente, un uomo che ha aiutato il Sassuolo a diventare un club importante per il calcio italiano che non solo ha ottenuto ottimi risultati in campo ma è anche un modello di gestione corretta a livello finanziario. Anche per questo: “Per onorare la sua memoria, in occasione delle gare di oggi, la Prima squadra e la formazione Primavera scenderanno in campo con il lutto al braccio“.

Il Sassuolo scenderà quindi in campo con il lutto al braccio oggi e cercherà di dedicare la vittoria al suo vicepresidente in una serata che potrebbe essere molto importante in termini di classifica. I neroverdi sono ottavi a più sette dalla Sampdoria che attualmente è nona. Insomma c’è la possibilità di chiudere la pratica e magari provare a sognare qualcosa di più. La Roma è a più sei, ma ha ancora l’impegno di Europa League che potrebbe assorbire energie. Insomma l’Europa non poi così impossibile per una squadra che arriva da tre vittorie consecutive, e poi lo stesso De Zerbi ieri in conferenza stampa ha ammesso che un pensierino al settimo posto va fatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here