Udinese, Gotti: “Giusta mentalità, abbiamo onorato la maglia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:11
0

L’Udinese ha conquistato la vittoria nel lunch match della 33a giornata di Serie A contro il Benevento. I friulani hanno calato un poker, chiudendo definitivamente il capitolo salvezza. Il tecnico Luca Gotti, al termine del match, ha commentato la prestazione della sua squadra.

gotti
Luca Gotti, allenatore dell’Udinese (Photo/Getty Images)

La trentatreesima giornata del campionato di Serie A ha regalato una vittoria all’Udinese. I friulani, che erano reduci dal ko contro il Cagliari, hanno battuto nel lunch match il Benevento, ancora in corsa per non retrocedere. A firmare il successo MolinaArslanStryger Larsen Braaf. Le due reti realizzate dagli avversari non sono state sufficienti a cambiare l’esito della partita. I tre punti permettono alla squadra di Luca Gotti di archiviare definitivamente il capitolo salvezza. Adesso potranno vivere in modo più sereno il finale di stagione, cercando di conquistare il maggior numero di risultati utili possibile.

Gotti al termine del match

Luca Gotti, intervenuto ai microfoni di Udinese Tv al termine del match, ha commentato la prestazione della sua squadra: “Molina si era reso protagonista ultimamente di due rigori anche molto sfortunati e molto diversi tra di loro. Un ragazzo della sua età che come lui si sta affacciando alla Serie A avrebbe potuto accusare il colpo ma in settimana l’ho visto voglioso di ribattere colpo su colpo e in questo senso il gol dopo 4 minuti è un segnale molto forte. Il cerchio a centrocampo a fine partita invece è un po’ per celebrare il nostro cammino in questo campionato in cui in 33 partite abbiamo fatto vedere qualcosa e nessuno ci ha regalato nulla. Fino al 2-0 sembrava che ci fossero i presupposti per gestire la partita con grande serenità, poi invece subito dopo ci siamo praticamente fatti gol da soli e abbiamo un po’ sofferto certe situazioni fino alla fine del primo tempo. Poi nel secondo tempo abbiamo sistemato qualche cosa e siamo riusciti a gestire bene il vantaggio“.

LEGGI ANCHE -> La Lazio ritrova Simone Inzaghi: “Col Milan da dentro o fuori”

E aggiunge: “Dal punto di vista della mentalità e della voglia di onorare la maglia, è innegabile che oggi si siano visti entrambi, però abbiamo concesso tanto su alcune situazioni in cui solitamente siamo più attenti. Anche Musso oggi ha fatto delle grandissime parate e per questo motivo possiamo perdonargli l’errore sul rigore. Braaf? Valuteremo giorno per giorno tutto ciò che lo riguarda così come facciamo per gli altri. Non è facile, non devo dare nulla per scontato e valutare l’apporto che ogni giocatore può dare, vedremo se e quando avremo la possibilità di sfruttare il talento di questo ragazzo. Nelle ultime cinque vedremo di prenderci tutto quello che possiamo”.

LEGGI ANCHE -> Benevento in silenzio stampa. Vigorito: “Nessun problema con Inzaghi”

De Paul: “Meritavamo la vittoria”

Al termine del match, il capitano Rodrigo De Paul (autore di due assist al ritorno in campo dopo il turno di squalifica) ha commentato il successo conquistato in trasferta contro il Benevento: “Meritavamo questa vittoria, stiamo facendo un bel campionato nonostante dopo le prime sei partite fossimo in fondo alla classifica. Abbiamo raccolto molto di più nella seconda parte anche se abbiamo avuto diversi infortuni pesanti, noi però siamo un gruppo che lotta insieme. Non sono molto contento di aver preso due gol ma comunque siamo soddisfatti del risultato. Pereyra? Come dico sempre ci capiamo senza guardarci. Oltre a lui però oggi sono molto contento per Molina, ha avuto un paio di settimane un po’ pesanti e ho cercato di fargli capire che in Serie A è normale. In ogni caso è un giocatore molto importante per noi ed è un’ottima persona e quando a persone come lui le cose vanno bene, siamo tutti contenti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here