Gravina: “Difficile ripartire al 100%, la pandemia si batte con l’ottimismo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:25
0

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha parlato delle difficoltà vissute dal mondo del calcio in questo periodo di pandemia. 

FIGC, il presidente Gabriele Gravina a bordocampo durante la sessione di allenamento dell'Italia al Vasil Levski National Stadium. Bulgaria, 27 marzo 2021 (foto di Claudio Villa/Getty Images).
FIGC, il presidente Gabriele Gravina a bordocampo durante la sessione di allenamento dell’Italia al Vasil Levski National Stadium. Bulgaria, 27 marzo 2021 (foto di Claudio Villa/Getty Images).

La pandemia da Covid-19 si è abbattuta anche sul mondo del calcio, con tutto l’ecosistema che ancora batte per riprendersi dai guai economici causati dal virus. Della ripartenza del movimento calcistico ne ha parlato, come riportato dall’ANSA, il presidente della FIGC Gabriele Gravina nel corso di una visita all’Aquila per un’iniziativa promossa dalla Lega Nazionale Dilettanti: “La pandemia si batte con l’ottimismo e non possiamo parlare solo di un anno disastroso, perché allora vivremo un altro anno di negatività che non fa crescere il Paese. Stiamo lavorando per far ripartire in tempi brevissimi tutti i settori giovanili, perché i ragazzi e i bambini devono poter tornare a giocare, e questo significherà che il Paese è ripartito e avremo vinto una battaglia straordinaria”. 

Leggi anche: Superlega, Gravina parla delle italiane “ribelli”
Leggi anche: FIGC, l’allarme di Gravina: “Persi 200 mila giovani. Mancini? Suo progetto utile”

Il numero uno della Federazione ha proseguito: “Sapevamo che in questa fase dell’anno a causa dell’emergenza della pandemia, era molto difficile far ripartire al 100% l’attività. In parte una nostra scelta, per tutelare la salute degli atleti e dei dirigenti, e perché le leggi dello Stato impongono determinate restrizioni. Ma oggi dobbiamo scrollarci di dosso questa nostra indolenza, legata all’incapacità di reagire”. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here