Corini: “Non siamo stati bravi quando contava”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:02
0

Brutto passo falso del Lecce contro il Cittadella al Via del Mare: è finita 3-1 per gli uomini di Roberto Venturato. La situazione in classifica, però, è rimasta la stessa, anche se il Monza si fa minaccioso.

Corini non siamo stati bravi
Mister Corini esamina lucidamente la sconfitta e vuole ripartire subito da Monza

Eugenio Corini analizza così la pesante sconfitta casalinga dei suoi: “Non penso sia stata una partita storta, avevamo la consapevolezza della forza dell’avversario. Abbiamo giocato bene nel primo tempo, riuscendo velocemente a pareggiare e a creare i presupposti per il vantaggio. Nel secondo tempo, su un rinvio lungo sono stati bravi loro con Rosafio che ha trovato un grande gol. Anche in quel momento abbiamo avuto un paio di occasioni importanti, il palo di Majer e l’opportunità di Meccariello. Cos’è andato storto? Nei momenti determinanti della partita non siamo stati bravi a portare l’inerzia dalla nostra parte, nella consapevolezza di affrontare una squadra molto forte. Non siamo stati bravi nei momenti decisivi della gara”.

Come ha trovato i ragazzi a fine gara? Come era l’umore dello spogliatoio?  “I ragazzi erano ovviamente delusi, ma ho visto in loro una gran voglia di ripartire. Oggi siamo delusi per non aver fatto 3 punti, anche perché i risultati dagli altri campi ci avevano dato un’occasione di straordinaria importanza, che non abbiamo colto. A livello generale è stata una giornata favorevole al Monza”.

Come giudica la prestazione di Paganini e Mancosu? “Hanno dato il loro apporto, il campo si era allungato e avevo bisogno di mettere qualità e gamba. Con Tachtsidis volevo mettere qualità nel palleggio. Paganini e Mancosu non giocavano da un po’ ma li ho visti bene, sono entrati senza problematiche particolari. I primi due gol subiti? Il primo è stato simile a quello subito a Vicenza, un tiro deviato che ha assunto una parabola imparabile per Gabriel. Nel secondo gol eravamo un po’ lunghi e Rosafio ha trovato una giocata straordinaria. Lavoriamo spesso sul concetto dei piedi calcianti degli avversari di qualità, ma è stata una giocata importante da parte di Rosafio. Il terzo gol nasce da una palla persa in uscita e Proia ha chiuso la partita”.

Martedì andate a Monza… “Sì, penso che abbiamo le qualità e le caratteristiche per fare risultato. Abbiamo la consapevolezza che il campionato è ancora aperto e si può vincere. Il Monza ha accorciato le distanze su di noi e sulla Salernitana, la prossima partita è importante ma in questi momenti bisogna essere lucidi, recuperare le energie fisiche e mentali. I campionati sono difficili e ogni partita ha un peso specifico di straordinaria importanza. Ora dobbiamo rigenerarci per preparare al meglio la partita di Monza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here