Il Pordenone vince e manda il Cosenza in Lega Pro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00
0

La partita tra Pordenone e Cosenza poteva essere un anticipo di playout, ma i rossoblù perdono e retrocedono in Lega Pro. Ai neroverdi bastano due gol.

Manuel Scavone
Manuel Scavone in campo con la maglia del Pordenone (foto credit Gabriele Maltinti/Getty Images)

Diretta live di Pordenone-Cosenza

Segui la gara tra Pordenone e Cosenza in programma lunedì 10 maggio alle ore 14 presso lo stadio “Guido Teghil” di Lignano Sabbiadoro. Il Pordenone può contare sull’intero organico a disposizione eccezion fatta per Morra, il Cosenza è invece senza Ba, Bahlouli, Bittante, Gerbo e Petrucci (presente in panchina soltanto per sostenere i compagni).

Le formazioni ufficiali di Pordenone Cosenza

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Vogliacco, Camporese, Bassoli, Falasco; Magnino, Calò, Misuraca; Zammarini; Ciurria, Musiolik. In panchina: Bindi, Berra, Stefani, Barison, Pasa, Biondi, Finotto, Scavone, Mallamo, Butic, Chrzanowski, Rossetti. Allenatore: Domizzi.

COSENZA (3-4-1-2): Falcone; Tiritiello, Ingrosso, Legittimo; Sueva, Kone, Sciaudone, Crecco; Tremolada; Carretta, Gliozzi. In panchina: Matosevic, Saracco, Corsi, Idda, Mbakogu, Sacko, Bouah, Schiavi, Vera, Trotta, Antzoulas, Petrucci. Allenatore: Occhiuzzi.

La sintesi

Al 4’ Zammarini si accentra e calcia forte: Falcone respinge. Subito dopo ancora un tiro di Magnino bloccato dall’estremo difensore ospite. Dalla distanza ci prova invece il Cosenza con Tremolada: palla fuori al minuto 22. Il fantasista tenta l’azione personale non inquadrando però la porta. C’è spazio anche per un tiro cross di Crecco parato da Perisan in presa bassa.

Crecco stacca e per poco non beffa Perisan uscito a vuoto: prima occasione della ripresa. Trotta prova il taglio di testa con la sfera che termina al lato. Butic appena entrato segna dopo l’assist di Ciurria. Nel finale chiude i conti il gol di Vogliacco.

Il tabellino

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan 6,5; Vogliacco 6 Camporese 6 Bassoli 6 Falasco 6,5; Magnino 6,5 (42’ st Scavone sv) Calò 6 (14’ st Pasa 6) Misuraca 6,5 (42’ st Barison sv); Zammarini 6; Ciurria 6,5 Musiolik 6 (30’ st Butic 6,5). In panchina: Bindi, Berra, Stefani, Biondi, Finotto, Mallamo, Chrzanowski, Rossetti. Allenatore: Domizzi 6,5.

COSENZA (3-4-1-2): Falcone 6; Tiritiello 5 Ingrosso 5 Legittimo 5 (37’ st Mbakogu sv); Sueva 5 (9’ st Trotta 5) Kone 5 (37’ st Corsi sv) Sciaudone 5 Crecco 5,5; Tremolada 5 (28’ st Sacko 5,5); Carretta 5,5 Gliozzi 5. In panchina: Matosevic, Saracco, Idda, Bouah, Schiavi, Vera, Antzoulas, Petrucci. Allenatore: Occhiuzzi 4,5.

ARBITRO: Michael Fabbri di Ravenna.

MARCATORI: 33’ st Butic (P), 49’ st Vogliacco (P).

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Al 3’ st espulso il ds Berrettoni (P) per proteste. Al 26’ st espulso il vice Moschella (C) per proteste. Al 40’ st espulso Tiritiello (C) per doppia ammonizione. Ammonito: Musiolik, Domizzi dalla panchina, Bussoli, Misuraca, Scavone (P). Angoli: 7-2. Recupero: 0’ pt, 5’ st.

Precedenti, curiosità e fantacalcio

L’arbitro della gara è Michael Fabbri della sezione di Ravenna, coadiuvato dagli assistenti Filippo Valeriani di Ravenna e Alessandro Lo Cicero di Brescia. Il quarto ufficiale è Manuel Volpi di Arezzo.

Per quanto riguarda i precedenti, le squadre si sono affrontate due volte. Il bilancio parla di un successo per il Cosenza e uno per il Pordenone, nessun pareggio.  

Sono due gli ex della gara. Si tratta di Filippo Cristante, attuale collaboratore tecnico del Pordenone, che giocò a Cosenza dal 1994 al 1996 collezionando 24 presenze e segnando un gol. L’altro è invece Luca Tremolada che in Friuli ha totalizzato 14 presenze e messo a segno due reti. In merito ai consigli sul fantacalcio attenzione in casa Pordenone a Ciurria, Falasco e Butic. Per il Cosenza occhio invece a Tremolada, Gliozzi e Carretta.

La classifica

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here