Juventus, nervi tesi fra Nedved e Paratici dopo la sconfitta col Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:48
0

La sconfitta con il Milan ha scosso l’ambiente Juventus: Nedved e Paratici avrebbero litigato. Al centro il futuro di Pirlo.

Juventus Nedved Paratici
Pavel Nedved (vicepresidente della Juventus) e Fabio Paratici (direttore sportivo della Juventus) [credit: Getty Images]
Sono giorni difficili in casa Juve. La sconfitta con il Milan ha lasciato delle ferite difficili da guarire: su tutte c’è l’attuale piazzamento in Europa League. Il piano B non è mai esistito ad inizio stagione: la qualificazione in Champions League era (ed è ancora) un obbligo. Ad oggi i bianconeri non sono padroni del loro destino: per entrare nelle prime quattro posizioni sarà necessario vincere e sperare che chi sta davanti non faccia altrettanto.
Il calendario non è amico della squadra di Pirlo: la trasferta contro il Sassuolo può essere un’insidia e la seguente partita contro l’Inter è molto delicata.

Al centro dei pensieri della dirigenza, però, c’è il futuro di Andrea Pirlo: l’allenatore è stato confermato ieri mattina, anche a causa delle tempistiche molto strette. Tuttavia non tutti i dirigenti sarebbero stati d’accordo con questa decisione: Pavel Nedved e Fabio Paratici avrebbero idee opposte.

LEGGI ANCHE -> Juventus, Nedved si espone: “Pirlo e Ronaldo restano qua”

Juventus, Nedved e Paratici non d’accordo

Ieri sera Pavel Nedved si è esposto in prima persona: “Pirlo qui anche l’anno prossimo”. Il futuro dell’allenatore, però, sembra un altro: la separazione a fine stagione sembra la pista più probabile, anche se ovviamente non va escluso nessuno scenario, soprattutto in caso di qualificazione in Champions League.

Come anticipato, ieri il futuro di Pirlo è stato un tema caldo nella fredda mattinata della Continassa. Dopo una riunione per fare il punto della situazione si è scelto di proseguire con l’attuale allenatore almeno fino al termine del campionato.
Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, però, Nedved e Paratici si sarebbero confrontati su questo tema già la notte stessa della sconfitta contro il Milan. I due avrebbero esposto le loro posizioni: il direttore sportivo avrebbe esonerato immediatamente Pirlo e avrebbe promosso Igor Tudor per dare un segnale alla squadra, mentre Nedved avrebbe confermato l’allenatore. I due avrebbero anche litigato nel parcheggio dello Stadium a toni abbastanza alti.

A mente fredda poi si è presa la scelta di confermare Pirlo, ma gli umori sembrano piuttosto agitati. Ad oggi Nedved pare legato a doppio nodo con il presidente Andrea Agnelli, mentre Paratici sembra sempre più lontano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here