Zanetti chiede unità per la prima finale del Venezia: “Tutti compatti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:29
0

Paolo Zanetti è pronto per la sfida della finale d’andata dei playoff di Serie BKT tra Venezia e Cittadella. Il tecnico arancioneroverde dovrà fare i conti con ben nove diffidati.

Paolo Zanetti
Paolo Zanetti presenta la sfida contro il Cittadella (foto credit Facebook Venezia FC)

Zanetti prima di Cittadella-Venezia

Paolo Zanetti è consapevole dell’occasione capitata al Venezia che si giocherà la possibilità di andare in Serie A. Davanti alla squadra della cittadina lagunare arriva una formazione che già da diverse stagioni sta affrontando il cammino dei playoff. Zanetti ha chiesto ai calciatori di non mollare, ma il gruppo dovrà stare attento, in particolare chi è a rischio diffida. Sono ben nove quelli del Venezia: si tratta di Ceccaroni, Crnigoj, Fiordilino, Johnsen, Mäenpää, Mazzocchi, Modolo, Ricci e Svoboda.

Zanetti ha chiesto ai ragazzi di giocare gestendo al meglio le energie e l’intensità agonistica. Sono passate poche ore dal pareggio di Lecce, ma adesso è tempo di pensare ad altro. “Non abbiamo particolari problemi fisici – commenta l’allenatore del Venezia – sono certo che sarà un match equilibrato. Stiamo parlando di due squadre molto simili tra loro”.

Il sogno della Serie A

Entrambe le città sono in fibrillazione per la partita d’andata programmata domenica 23 maggio alle ore 21,15. Il Venezia si troverà di fronte un Cittadella che è riuscito ad avere la meglio nel doppio confronto contro il Monza. Il gruppo è unito e compatto verso un unico obiettivo. “Nel corso del campionato abbiamo dimostrato il nostro valore – continua Zanetti – qualcuno invece ci aveva inserito negli ultimi posti ad inizio stagione. Noi siamo invece qui in finale playoff, ciò dimostra che la carta non conta”.

Il Venezia è pronto per la sfida in casa del Cittadella, in attesa del ritorno in programma allo stadio “Penzo”. Adesso testa e gambe sono tutti proiettate verso la gara del “Tombolato”. Zanetti chiede anche l’aiuto dei tifosi, ovviamente nel rispetto delle norme anti-Covid. “Vogliamo sentire il calore della nostra gente – conclude il mister del Venezia – arrivando tutti uniti in fondo a questa bellissima storia”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here