Bologna-Milan 2-4: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:53

Al Dall’Ara il Milan vince 4-2 sul Bologna, la partita è stata ricca di episodi con sei gol e due espulsioni. Cronaca, tabellino e dichiarazioni post partita.

 

I festeggiamenti del Milan per Bennacer dopo il gol del 3-2 sul bologna [credit: Getty Images] – meteoweek
LEGGI ANCHE–>Sassuolo-Venezia: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

LEGGI ANCHE–>Salernitana-Empoli: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

 

Il Milan vince una per 4-2 una partita difficilissima contro un orgoglioso Bologna. Infatti, nonostante la doppia inferiorità numerica, i padroni di casa, riescono a rimontare cadendo solamente nell’ultimo quarto d’ora. Una partita ricca di episodi con sei gol e quattro espulsioni. Il Milan, con questa vittoria, supera per la terza volta in campionato temporaneamente il Napoli. Il Bologna che sperava di avvicinarsi alle zone nobili della classifica rimane fermo a dodici punti.

Cronaca di Bologna – Milan

Il primo tempo

La partita incomincia con le due squadre che si affrontano a viso aperto. La prima occasione della partita è del Bologna quando al tredicesimo minuto, sul calcio d’angolo Arnautovic manda fuori dopo che Tatarusanu buca l’intervento. Dopo tre minuti però passa in vantaggio il Milan: Ibrahimovic verticalizza per Leao che con il sinistro batte Skorupski con la con deviazione di Medel. Al ventesimo arriva la prima espulsione della partita, Soumaoro atterra Krunic, lanciato da Kjaer, commettendo fallo da ultimo uomo. Mihajlovic passa al 4-3-2 con Soriano arretrato a centrocampo. Al trentacinquesimo il Milan trova il gol del raddoppio, Ballo-Touré mette in mezzo un cross che viene smanacciato da Skorupski e sulla deviazione arriva Calabria che con un destro violenta scarica in rete: 0-2. Il primo tempo si chiude senza grandi emozioni ma con l’infortunio di Castillejo.

Il secondo tempo

Ad inizio ripresa Pioli sostituisce l’infortunato Castillejo e l’ammonito Tonali per Saelemaekers e Bakayoko. Il Bologna parte forte e dopo appena quattro minuti trova il gol dell’1-2: autogol di Ibrahimovic su calcio d’angolo di Dominguez. Non passano nemmeno tre minuti e i rossoblu pareggiano. Soriano, con un gran filtrante, lancia Barrow scattato sul filo del fuorigioco e mette alle spalle di Tatarusanu: è 2-2. I padroni di casa, galvanizzati dal pareggio, cavalcano l’onda emotiva ma al cinquantottesimo rimango in nove per un brutto fallo di Soriano su Ballo-Touré. Valeri inizialmente non espelle Soriano ma dopo ilo richiamo del Var estrae il cartellino rosso. Pioli vuole sfruttare la situazione aumentando il peso in attacco inserendo Giroud per Krunic. Mihajlovic corre ai ripari facendo un girandola di cambi, per coprirsi il più possibile, inserendo Schouten per Dominguez, Binks per Barrow e Dijks per Hickey. Con questa mossa il Bologna riesce a tenere botta contro un Milan imbambolato per la rimonta subita. Nei minuti finali i rossoneri spingono il più possibile per cercare il gol vittoria e al minuto ottantaquattro arriva. Bennacer mette in rete con un tiro dai venti metri dopo che Svanberg ha liberato l’area. Al novantesimo arrivo anche il gol del 2-4 che fissa il punteggio finale: ripartenza di Bennacer che serve Ibrahimovic, lo svedese dal limite la piazza e palla alle spalle del portiere bolognese. Valeri concede ancora quattro minuti di recupero ma rimandano solo la fine di una partita già terminata.

 

Il tabellino

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel (42′ st Orsolini), Theate; De Silvestri, Dominguez (18′ st Schouten), Svanberg, Hickey (18′ st Dijks); Soriano, Barrow (18′ st Binks); Arnautovic (38′ st Santander). A disposizione: Bardi, Molla, Mbaye, Vignato, Sansone, Skov Olsen, van Hooijdonk. Allenatore: Mihajilovic 

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kjaer, Tomori, Ballo-Toure (40′ st Kalulu); Tonali (1′ st Bakayoko), Bennacer; Castillejo (1′ st Saelemaekers), Krunic (15 st Giroud), Leao; Ibrahimovic. A disposizione: Jungdal, Mirante, Conti, Gabbia, Romagnoli, Maldini. Allenatore: Pioli 

ARBITRO: Valeri di Roma 

MARCATORI: 16′ pt Leao (M), 35′ pt Calabria (M), 4′ st autogol Ibrahimovic (B), 7′ st Barrow (B), 39′ st Bennacer (M), 45′ st Ibrahimovic (M) 

NOTE: Espulsi: 20′ pt Soumaoro (B) per gioco scorretto, 13′ st Soriano (B) per gioco scorretto. Ammoniti: Arnautovic (B); Tonali, Calabria, Saelemaekers (M). Recupero: 2′ pt, 4′ st. 

Le dichiarazioni post partita

Mihajlovic nel post partita commenta la gara dicendo che gli dispiace ma che non è arrabbiato. Aggiunge che si è promesso di non parlare degli arbitri dicendo che la sua squadra deve essere orgogliosa della partita disputata che hanno pareggiato nonostante l’uomo in meno. Il tecnico rimarca dicendo che oggi hanno perso punti ma hanno vinto nello spirito e nel coraggio. Sulla valutazione dei singoli risponde che Arnautovic è il calciatore che desideravano da tempo. La Squadra si sente sicura quando c’è lui ma deve migliorare nella condizione. Su Barrow dice che ora ha meno compiti difensivi, giocando dietro Arnautovic, ma da esterno faceva la differenza. Il finale è su Ibrahimovic dicendo che lo ha visto bene e poteva anche non segnare il quarto gol.

L’allenatore del Milan, Stefano Pioli, è intervenuto nel post partita dichiarando che sapeva che lo aspettava una partita difficile. I suoi ragazzi hanno commesso l’errore di pensare di aver già vinto riprendo la partita ma lo spirito dimostrato lo rendo orgoglioso. Pioli sottolinea come a fare la differenza è stata quella voglia di vittoria dimostrata da tutta la squadra. L’allenatore, poi, si sofferma anche sulle prossime partite definendo quella con il Torino la partita più complicata perché è la quarta in dieci giorni. Per il prossimo match in casa spera di recuperare qualcuno degli infortunati perché in una settimana ci saranno Roma, Porto e Derby.