Lazio, Sarri vuole una risposta: senza reazione sarà ancora ritiro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

La Lazio di Sarri si prepara ad affrontare la Fiorentina per la decima giornata di Serie A: senza reazione sarà ancora ritiro.

Sarri Lazio ritiro
Maurizio Sarri, allenatore della Lazio [credit: Getty Images] – Meteoweek

Lazio, Sarri vuole una reazione, altrimenti sarà ritiro

La Lazio vista contro l’Hellas Verona è stata troppo simile a quella scesa in campo contro il Bologna: fumosa e senza idee. I biancocelesti hanno alternato prestazioni esaltanti come quelle nel derby o contro l’Inter ad alcuni altamente deludenti.
Sarri, secondo alcune indiscrezioni, avrebbe provocato i giocatori dopo la sconfitta del Dall’Ara, chiedendo se la loro intenzione fosse quella di far saltare la sua panchina. La risposta è arrivata subito contro i nerazzurri, ma il tonfo successivo è stato rumoroso e molto doloroso.

Il poker inflitto dal Cholito Simeone ha spazzato le certezze che la Lazio sembrava aver ritrovato: dopo un’ora di confronto a caldo andato in scena negli spogliatoi, la squadra ha deciso con Sarri di andare in ritiro per due giorni per potersi confrontare meglio. Allenatore e giocatori hanno parlato tanto e il presidente Lotito ha motivato il gruppo: ora ci vuole una grande prestazione contro la Fiorentina, altrimenti sarà ancora ritiro.

LEGGI ANCHE -> Milan-Torino 1-0: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita
LEGGI ANCHE -> Spezia – Genoa 1-1: cronaca e tabellino

Lazio, la Fiorentina è l’insidia migliore

La Lazio, fino ad ora, ha dimostrato di reggere meglio i big match. Le motivazioni, forse, vanno ricercate nello stile di gioco più libero, aperto e offensivo di squadre come Roma ed Inter, che hanno permesso alla squadra biancoceleste di esprimersi meglio. Contro formazioni più chiuse e organizzate, invece, le difficoltà sono state maggiori.

Ecco perché la sfida con la Fiorentina arriva al momento giusto: la squadra di Italiano è votata all’attacco e potrebbe concedere più occasioni alla Lazio. Ovviamente, per ottenere un buon risultato, servirà una prestazione convincente in fase difensiva, dove si rivedranno i titolari Luiz Felipe e Acerbi.
A livello tattico non dovrebbero esserci sorprese: Luis Alberto sarà ancora fuori. Sarri ha confermato che, al momento, la Lazio non può permettersi un giocatore come lui in campo per questioni di equilibrio. Tuttavia, è possibile che lo spagnolo subentri nella seconda metà di gara.

Più che il risultato, che è comunque importantissimo, a Sarri importerà vedere una reazione a livello caratteriale: una partita giocata con spirito e concentrazione è ciò che l’allenatore vuole vedere. Se così non sarà, il ritiro sarà prolungato fino al match di Bergamo contro l’Atalanta.