Italia, Mancini fa i conti con le assenze: “Out Pellegrini e Zaniolo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:56

L’ Italia di Roberto Mancini deve fare i conti con le assenze per le decisive sfide contro Svizzera e Irlanda del Nord: ecco le sue dichiarazioni.

Roberto Mancini, allenatore dell'Italia (credit: Getty Images)
Roberto Mancini, allenatore dell’Italia (credit: Getty Images)

Roberto Mancini e l’Italia hanno un solo obiettivo: la qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022. Per ottenere il pass, saranno decisive le prossime e ultime sfide contro Svizzera e Irlanda del Nord. Venerdì alle 20:45 allo Stadio Olimpico di Roma andrà in scena lo scontro diretto tra le due squadre che si giocano il primato del gruppo C, ma la partita non sarà comunque decisiva per la vittoria del girone. Infatti in caso di vittoria dell’Italia, gli azzurri dovrebbero comunque ottenere almeno un punto nell’ultima gara esterna in Irlanda del Nord. In caso di vittoria della Svizzera varrebbe lo stesso discorso nell’ultima partita degli elvetici contro la Bulgaria. Se tra le due compagini dovesse uscire un altro pareggio come quello dell’andata, allora tutto il discorso sarebbe rimandato all’ultima giornata con la differenza reti che diventerebbe un fattore decisivo.

LEGGI ANCHE –> Marotta: “Il derby un bellissimo spot ma c’è rammarico”

LEGGI ANCHE –> Milan – Inter 1-1: cronaca del match e tabellino

Italia, la conferenza stampa di Roberto Mancini

“Con la Svizzera è sempre difficile, ma credo che faremo una bella partita”

Mancini si è detto fiducioso per lo scontro diretto contro la Svizzera di venerdì: la gara è importante ma la squadra ha tutti i mezzi per fare una grande partita. All’andata gli Azzurri hanno ottenuto solo un pareggio ma avevano fatto bene, e Mancini è convinto che in questa partita possano fare ancora meglio e ottenere un ottimo risultato.

“Ci sono tanti giovani bravi in Italia che bisogna saper aspettare”

Su chi afferma che l’Italia abbia alcuni ruoli scoperti Mancini non si dice assolutamente d’accordo. Il suo pensiero è che ci siano tanti giovani forti che hanno solo bisogno di fiducia e di giocare a determinati livelli per migliorarsi. Il Ct della Nazionale ha segnato la strada convocando ragazzi come Zaniolo o Raspadori che avevano rispettivamente nessuna e poche presenze in Serie A. La chiave è aspettare questi giovani perché nel giro di sei-dodici mesi possono esplodere e diventare decisivi.

“Zaniolo e Pellegrini sono out, Barella è da valutare”

Per quanto riguarda gli assenti, Mancini ha dichiarato che Pellegrini e Zaniolo torneranno a Roma viste le loro condizioni fisiche. Barella è uscito dolorante dal derby, non sembrerebbe nulla di grave ma bisogna valutarlo. Il centrocampo, complice anche l’assenza di Verratti, è il reparto più in difficoltà, ma per il resto gli altri giocatori dovrebbero stare tutti bene.

“Pobega merita di esserci, Frattesi sta facendo bene”

Complici anche le assenze, ha ottenuto la sua prima convocazione in Nazionale maggiore Tommaso Pobega, centrocampista del Milan in prestito al Torino in questa stagione. Mancini ha elogiato il giocatore esaltando le sue qualità e il suo ottimo rendimento da ormai diverso tempo a questa parte. Uno dei prossimi convocati potrebbe essere Frattesi, che si sta mettendo in luce in questo campionato di Serie A con la maglia del Sassuolo.