Sampdoria-Lazio: formazioni ufficiali e match live

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:44

Sampdoria e Lazio si sfidano domenica a Marassi (ore 18:00) per la sedicesima giornata di Serie A: ecco le ultime novità sulle formazioni.

Sampdoria Lazio
Antonio Candreva (esterno della Sampdoria) e Sergej Milinkovic-Savic (centrocampista della Lazio) [credit: Getty Images] – Meteoweek

Sampdoria-Lazio, voglia di riscatto

Sampdoria e Lazio stanno vivendo un periodo complicato. I blucerchiati hanno perso con la Fiorentina e hanno raccolto 15 punti, mentre i biancocelesti non vincono in Serie A da un mese e sono reduci dal pareggio folle in casa con l’Udinese (4-4). Entrambe le squadre stanno conducendo un campionato al di sotto delle aspettative, ma questa partita potrebbe rappresentare una svolta per la stagione, con i ragazzi di D’Aversa che non vogliono entrare in zone pericolose della classifica e Sarri che spera di ottenere un piazzamento per l’Europa.

LEGGI ANCHE -> Fantacalcio, i nostri consigli per la sedicesima giornata di Serie A
LEGGI ANCHE -> Simone Inzaghi in conferenza stampa: “Serve la vera Inter” VIDEO

Match live

 

Le formazioni ufficiali di Sampdoria-Lazio

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Chabot, Augello; Candreva, Ekdal, Thorsby, Verre; Gabbiadini, Quagliarella.
A disposizione: Ravaglia, Falcone, Depaoli, Dragusin, Yoshida, Murru, Silva, Askildsen, Yepes, Trimboli, Caputo, Ciervo.
Allenatore: R. D’Aversa

Lazio (4-3-3): Strakosha; Hysaj, L. Felipe, Acerbi, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi, Basic; Zaccagni, Immobile, Pedro.
A disposizione: Reina, Adamonis, Vavro, Radu, Escalante, Leiva, Akpa-Akpro, Moro, Lazzari, F. Anderson, Luis Alberto, Muriqi.
Allenatore: M. Sarri

Squadra arbitrale

Arbitro: Fabbri
Assistenti: Carbone – Di Vuolo
IV uomo: Meraviglia
VAR: Guida
AVAR: Tegoni

Precedenti e curiosità

La Sampdoria ha vinto solo due delle ultime 19 partite di Serie A contro la Lazio (nel 2016 e nella gara d’andata dello scorso campionato) – completano 14 successi biancocelesti e tre pareggi – in questo parziale i blucerchiati hanno tenuto la porta inviolata solo in un’occasione (3-0 nell’ottobre 2020).

A seguito della sconfitta per 0-1 nella gara di ritorno dello scorso campionato, la Sampdoria potrebbe restare senza reti per due sfide consecutive contro la Lazio in Serie A per la prima volta dal 2015 (tre in quel caso).

Dopo il successo per 3-0 dell’ottobre 2020, la Sampdoria potrebbe vincere due sfide interne di fila contro la Lazio in Serie A per la prima volta dal 2010 e tenere la porta inviolata per due occasioni consecutive per la prima volta dal 2007.

Dopo la vittoria sul Verona alla 14ª giornata, la Sampdoria potrebbe vincere due partite interne di fila in Serie A per la prima volta dallo scorso maggio: anche in quel caso la prima fu contro l’Hellas, mentre la seconda contro l’altra squadra della capitale (Roma).

La Lazio non vince da sei trasferte di Serie A (2N, 4P): i biancocelesti non registrano una striscia più lunga senza successi fuori casa nella competizione dal gennaio 2014, sotto Edoardo Reja (11 in quell’occasione).

La Lazio è una delle due squadre contro cui Roberto D’Aversa ha perso più partite da allenatore in Serie A (sei, come contro l’Atalanta) – inoltre quella biancoceleste è la formazione contro cui le squadre dell’attuale tecnico della Sampdoria hanno segnato meno nella competizione (una rete in sei incontri).

Oltre ad essere la squadra con cui ha collezionato più presenze (151) e più gol (41) in Serie A, la Lazio è anche la formazione contro cui l’esterno della Sampdoria Antonio Candreva ha giocato più partite nel massimo campionato senza mai trovare gol o assist (13 confronti).

La Sampdoria è la vittima preferita di Francesco Acerbi in Serie A (quattro reti) – inoltre quella blucerchiata è la formazione contro cui il difensore della Lazio ha vinto più partite nella competizione (nove).

La Sampdoria è la vittima preferita di Ciro Immobile in Serie A (12 reti) – solamente un
giocatore ancora in attività conta più reti contro una singola avversaria nella competizione, anche lui presente in questa sfida (Quagliarella contro la Fiorentina, 13 marcature).