Torino-Bologna 2-1: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:44

Il Torino vince 2-1 contro il Bologna grazie al gol di Sanabria e all’autogol di Soumaoro: ecco il tabellino e le dichiarazioni degli allenatori.

Antonio Sanabria, autore del primo gol del Torino (credit: Getty Images)
Antonio Sanabria, autore del primo gol del Torino (credit: Getty Images)

Cronaca del match

Primo tempo

La partita è inizialmente bloccata, con le due squadre ben messe tatticamente ma che non riescono a creare occasioni da rete. Poi il Torino cresce e il Bologna non riesce a replicare alle iniziative granata. Prima una punizione di Lukic dal limite dell’area finisce alta di poco, poi al 24′ è Sanabria a portare in vantaggio la squadra di Juric: l’attaccante paraguaiano si presenta davanti a Skorupski e non sbaglia. Il Toro continua a spingere a va vicino al raddoppio su un tiro di Lukic deviato da Medel che trova il bel riflesso del portiere rossoblù. Allo scadere della prima frazione di gioco, è ancora Sanabria ad andare a un passo dalla doppietta personale, ma il suo tiro si infrange sulla traversa.

Secondo tempo

Il Torino riparte forte anche nel secondo tempo e crea subito due occasioni da rete con Praet e Sanabria: il primo con un tiro da fuori area non inquadra la porta, il secondo invece colpisce di testa ma trova la risposta di Skorupski. Zima e Sanabria sfiorano ancora il raddoppio, ma la poca precisione sotto porta non permette al Torino di chiudere la partita. Il 2-0 è però nell’aria e arriva al 69′: Lukic salta Soriano e mette al centro per Pobega che tirando trova la doppia deviazione prima di Soumaoro e poi di Skorupski che si buttano la palla nella propria porta. Quando la partita sembra chiusa, ecco che il neoentrato Sansone riesce a conquistare un calcio di rigore dopo un leggero tocco con Milinkovic Savic che l’arbitro giudica falloso. L’altro subentrato Orsolini non sbaglia e permette al Bologna di accorciare le distanze. Nonostante l’assedio finale, il Torino non rischia e porta a casa tre punti meritati.

LEGGI ANCHE –> Roma, Mourinho verso lo Spezia: “Abraham-Mayoral un’opzione” VIDEO

LEGGI ANCHE –> Udinese-Milan 1-1: pareggio “stanco” per i rossoneri, ripresa friulana

Torino-Bologna 2-1: tabellino

Reti: 24′ Sanabria, 69′ aut. Skorupski, 79′ rig. Orsolini

Torino (3-4-2-1): V. Milinkovic Savic; Zima, Bremer (46′ Buongiorno), Rodriguez; Singo, Lukic, Pobega, Vojvoda; Praet, Pjaca (83′ Brekalo); Sanabria (88′ Zaza).
A disposizione: Berisha, Izzo, Ansaldi, Aina, Buongiorno, Baselli, Mandragora, Linetty, Rincon, Zaza, Brekalo, Warming.
Allenatore: I. Juric.

Bologna (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate (84′ Vignato); De Silvestri, Svanberg, Soriano (76′ Orsolini), Hickey; Barrow (67′ Sansone), Skov-Olsen (67′ Viola); Arnautovic (76′ Santander).
A disposizione: Molla, Bardi, Binks, Bonifazi, Dijks, Orsolini, Viola, Sansone, Santander, Von Hooijdonk, Vignato, Cangiano.
Allenatore: S. Mihajlovic.

Ammoniti: Sanabria, Milinkovic Savic (T); Theate, Soumaoro, Soriano, De Silvestri (B)

Dichiarazioni post partita

Ivan Juric

Juric non può che sottolineare la grande partita fatta dei suoi che hanno meritato la vittoria contro il Bologna. L’unica pecca è stata aver ottenuto risultato troppo stretto rispetto a tutte le occasioni create, ma la mentalità dei suoi ragazzi hanno reso Juric molto soddisfatto.

L’allenatore granata ha ribadito come l’obiettivo di una squadra come il Torino debba essere quella di crescere giovani di prospettiva per farli diventare giocatori di valore. Juric non ha mai chiesto nomi affermati, ma una programmazione a lungo termine che permetta anche al Presidente del Torino Urbano Cairo di guadagnarci in futuro.

Sinisa Mihajlovic

Mihajlovic ha ammesso la superiorità del Torino in tutti gli aspetti e ha riconosciuto una sconfitta meritata. Il suo Bologna ha fatto una delle prestazioni più brutte di questa stagione e ne deve prendere atto. L’allenatore serbo vuole però prendersi tutta la responsabilità della giornata negativa della squadra, perché contro il Torino c’era bisogno di un’altra aggressività che non è riuscito a trasmettere. Nonostante una reazione rabbiosa nel finale il Bologna non poteva pensare di vincere con una prestazione simile.

Su Orsolini ha dichiarato: Lui è il rigorista. Non ha mai sbagliato, anche con Arnautovic sarebbe rigorista. Quello che conta è che non abbiamo avuto atteggiamento giusto.