Milan, Pioli tiene alta la concentrazione: “Dobbiamo giocare da squadra”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:25

L’allenatore dei rossoneri Stefano Pioli ha parlato alla vigilia del match di Serie A che vedrà impegnato il Milan contro lo Spezia. Di seguito le sue dichiarazioni. 

Stefano Pioli
Stefano Pioli, allenatore del Milan [credit: Getty Images]

Le dichiarazioni di Stefano Pioli

Il Milan di Stefano Pioli sarà impegnato nella sfida di Serie A contro lo Spezia a San Siro nel posticipo di domani (ore 18:30). Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia del match, lasciando intendere che la squadra non deve perdere la giusta concentrazione, in quanto tutte le sfide sono determinanti. Ecco le sue parole.

“Dobbiamo giocare da squadra”

Pioli suona la carica in casa Milan. Il tecnico rossonero non vuole cali di tensione, in quanto lo Spezia è “un avversario che nelle ultime trasferte non ha subito gol vincendo sia a Napoli che col Genoa. Dunque vuole che la sua squadra scenda in campo con la giusta lucidità e determinazione. Secondo l’allenatore, la squadra deve imparare dalla lezione della partita di Coppa Italia contro il Genoa: se non si scende in campo con il giusto approccio fin dall’inizio, si può andare in difficoltà contro qualunque avversario.

“Se fosse per Tomori giocherebbe già domani”

Nel match di domani i rossoneri dovranno rinunciare a diversi giocatori. Fuori anche Tomori, che ne avrà per circa un mese. Sul difensore Pioli ha dichiarato che starà fuori per circa quattro settimane dopo l’intervento subito. I tempi di recupero precisi si vedranno di settimana in settimana, ma il giocatore per la motivazione che ha scenderebbe in campo fin da subito. L’importante però è che non sia stato un infortunio grave.

LEGGI ANCHE –> Milan, una buona e una cattiva notizia dall’infermeria per Pioli

“Mercato? Se capiterà l’occasione giusta il club si farà trovare pronto”

Il tecnico ha parlato anche di calciomercato, dichiarando che il club non comprerà tanto per comprare, ma “solamente per avere giocatori che migliorino per qualità, presenza e spessore la rosa”. In caso contrario, la squadra rimarrà quella attuale. Ha inoltre aggiunto che Kululu e Gabbia si stanno dimostrando all’altezza degli assenti e delle partite importanti.

LEGGI ANCHE –> Mercato Milan, i nomi caldi per la difesa: ecco chi può arrivare

“La prossima partita è la più importante”

L’allenatore vede un gruppo compatto e solido, con tanta voglia di fare e di lavorare. Tuttavia, secondo Pioli non è ancora il momento di parlare di momento decisivo per lo Scudetto. L’importante è concentrarsi a dare il meglio partita dopo partita, non inseguire qualcuno: “Vogliamo essere protagonisti ogni partita giocando il nostro calcio”.

Su Rebic e Brahim

Pioli ha parlato anche di Rebic, dichiarando con con lui ci vuole un po’ di pazienza: “Ha avuto problematiche abbastanza importanti, ci vorrà un po’ di tempo soprattutto per uno con le sue caratteristiche che va di strappi e di forza”. Per quanto riguarda Brahim vuole tenere alta la sua motivazione, spronandolo a mantenere alto il suo livello di gioco se vuole partire da titolare in una squadra come il Milan: “Adesso sta tornando brillante, ma dipende dai giocatori mantenere le gerarchie. Se le prestazioni calano, c’è un altro pronto a subentrare”.