Juventus – Allegri: “Domani partita complicata ma puntiamo ai tre punti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:42

Alla vigilia di Cagliari – Juventus, il tecnico Massimiliano Allegri in conferenza stampa descrive la partita che attende i suoi come una partita complicata 

Dopo la sconfitta contro l’Inter che avrebbe potuto riaprire almeno le speranze del popolo bianconero, la Juventus è attesa a Cagliari per ritrovare i tre punti e rimanere agganciata al quarto posto.

Massimiliano Allegri allenatore della Juventus (Credit Foto Ansa)
Massimiliano Allegri allenatore della Juventus (Credit Foto Ansa)

L’allenatore toscano in conferenza difende la sua squadra dopo la sconfitta nel derby d’Italia: “Siamo quarti perché meritiamo di esserlo, domenica sera abbiamo avuto un’occasione importante ma non l’abbiamo sfruttata, il resto è aria fritta”. E aggiunge che se avessero battuto i nerazzurri: “Si sarebbe riaccesa una piccola speranzella (per lo scudetto) anche se poi avremmo dovuto vincerle tutte”.

Poi descrive il match di domani contro il suo passato: “Sarà una partita complicata perché il Cagliari viene da una brutta sconfitta”. L’obiettivo sarà solo uno: “Per noi contano i tre punti perché abbiamo la Roma a meno cinque e non possiamo correr il rischio di trovarci da una potenziale più otto sul quarto posto a un più due”.

Allegri ha ancora alcuni dubbi riguardo la formazione: “Valuterò se giocare col centrocampo a due o a tre. Nel calcio puoi reagire solo in un modo, adattandoti alla partita successiva. Non si vince facile a Cagliari, domani bisogna prepararsi a un certo tipo di match. Bisogna essere pratici. Stiamo bene fisicamente e ci sono tutte le condizioni per fare una buona partita ma conterà molto la condizione mentale con cui affronteremo la gara”

Leggi anche —> Cagliari-Juventus: probabili formazioni, precedenti e curiosità

Allegri: “La squadra fino a questo momento si è ben comportata”

Bonucci sta molto meglio, valuterò se farlo giocare dall’inizio o portarlo in panchina. Abbiamo degli obiettivi da raggiungere, tutti devono dare il loro contributo per essere nelle prime quattro e giocare una finale di Coppa Italia“.

 Allegri durante l'allenamento della  Juventus (Credit Foto Ansa)
Allegri durante l’allenamento della Juventus (Credit Foto Ansa)

L’obiettivo di tutti deve essere il quarto posto per poter giocare la Champions League anche l’anno prossimo: “Il nostro obiettivo è entrare tra le prime quattro ma con i tre punti è facile essere risucchiati, anche se con la Roma abbiamo il vantaggio degli scontri diretti. Però la condizione mentale può cambiare facilmente”.

Allegri poi analizza ciò che è mancato nelle partite decisive: “La squadra fino a questo momento si è ben comportata, noi siamo mancati in attacco nelle nostre tre migliori partite, con Atalanta, Villarreal e Inter. Su questo bisogna lavorare per sfruttare al meglio le situazioni offensive”.

Leggi anche —> Juventus, Allegri sorride: un big torna a disposizione

Infine il tecnico fa delle considerazini tecniche in vista di domani: “Rabiot si trova meglio in un centrocampo a due perché ha gamba e copre molto campo. Ha un motore diverso dagli altri, con l’Inter ha giocato bene anche tecnicamente, ha verticalizzato di più. Può essere la partita giusta per Bernardeschi, per Kean e per Vlahovic, deve esserla per tutti perché in questo momento non possiamo scherzare”.