Vicenza-Empoli, primo tempo 0-1: falco Mancuso, Bajrami è tornato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:47
0

Il primo tempo di Vicenza-Empoli vede alti ritmi di gioco ed un buono stato di forma per entrambe le formazioni. I biancorossi pagano la scelta del 4-3-3 su cui non sembrano essere perfettamente a loro agio.

Empoli, l'attaccante Leonardo Mancuso festeggia la sua rete nella partita di Coppa Italia con il Benevento, 28 ottobre 2020 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)
Empoli, l’attaccante Leonardo Mancuso festeggia la sua rete nella partita di Coppa Italia con il Benevento, 28 ottobre 2020 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il primo tempo della partita di Serie B fra Vicenza ed Empoli conferma il buono stato di forma di entrambe le squadre. La gara è vivace, e gli azzurri riescono ad inserirsi bene negli spazi che lasciano ogni tanto i biancorossi. Bajrami, dopo i problemi fisici, è ritrovato ed è la mente della squadra.

Damiani, centrocampista dell’Empoli sulla lista dei convocati, ha avuto un problema gastrointestinale quando già si trovava nello Stadio Comunale Romeo Menti. Dionisi si trova dunque un uomo in meno in panchina.

Il Vicenza si dispone in campo con la tattica utilizzata da numerose avversarie dell’Empoli. Due esterni, infatti, vanno in appoggio alla punta centrale, cercando di pressare alto gli azzurri per non farli ragionare. Subito dopo il fischio d’inizo i biancorossi aggrediscono subito gli avversari, ma i toscani reagiscono prontamente.

La gara è molto intensa: entrambe le formazioni esprimono una certa ferocia cercando di giocare con il baricentro alto. L’Empoli prova ad aprirsi trovando gli spazi e tradisce un po’ di nervosismo quando spazza via la palla dalla sua area invece di provare comunque a giocare il pallone.

Vicenza-Empoli: dopo una manciata di minuti, il gol

Al 9′ l’azione degli azzurri è spettacolare e stabilisce il vantaggio 0-1 della squadra ospite: Sabelli innesca l’azione dialogando con Bajrami. Haas non si tira indietro nel suo contributo e smista su Bajrami che nel tiro di conclusione si stampa sul palo. La palla è ancora viva: Mancuso come un falco si inserisce dopo il tocco del portiere ed insacca.

Dopo dieci minuti dall’inizio, l’arbitro ferma il gioco. Terzic ha un taglio sulla rotula del ginocchio: ha preso infatti un colpo dai tacchetti dell’avversario Zonta mentre alza il campanile. La prima rete viene somatizzata dai biancorossi, che per qualche minuto sembrano solamente subire l’iniziativa avversaria.

Mancuso torna di nuovo all’attacco al 22′: piomba in area e piuttosto che impostare il tiro di forza, preferisce il piattone che facilita il lavoro al portiere Grandi. Al 26′, su un’azione in netto fuorigioco dell’ala destra del Vicenza, l’arbitro non interviene. Zonta cade e chiede a gran voce il rigore, che non viene concesso.


Leggi anche:

Sempre il fuorigioco ferma l’azione di Longo al 33′, quando si trova solo in area con il portiere: l’uscita kamikaze di Brignoli spegne comunque il pericolo. Verso la fine del primo tempo il Vicenza cerca di buttarsi in avanti, grazie soprattutto a Giacomelli che è bavo a sfruttare le sbavature avversarie a centrocampo.

Nonostante gli ottimi spunti da parte dei padroni di casa, che comunque finiscono il primo tempo con un possesso palla del 55%, l’iniziativa è efficace solo quando è portata avanti dall’Empoli. Gli azzurri, infatti, tirano per 8 volte in porta creando 1 grande occasione, mentre i biancorossi rimangono a quota 0.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here