PSG, notte da incubo: la famiglia di Di Maria sequestrata durante la gara. La reazione dell’argentino…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:04
0

Una notte da incubo per Angel Di Maria. La sua famiglia, mentre era in campo per PSG-Nantes, è stata sequestrata dai ladri che erano entrati in casa per una rapina. Paura per il centrocampista.

di maria
Angel Di Maria nel corso del match contro il Nantes (Photo by Maja Hitij/Getty Images)

La serata di ieri per il Paris Saint-Germain è stata terribile, non soltanto sul campo. I francesi, tra le mura amiche del Parco dei Principi, sono stati battuti dal Nantes, penultima in classifica. Ma questa non è affatto la cosa peggiore. Mentre si giocava la ventinovesima giornata di Ligue 1, infatti, due bande di ladri hanno fatto irruzione nelle abitazioni di Angel Di Maria Marquinhos, che erano regolarmente in campo. In entrambi i casi si è trattato di rapine violente. I familiari erano infatti presenti e uno dei genitori del brasiliano sarebbe stato preso in ostaggio per circa mezz’ora. Mentre il difensore è rimasto in campo fino al 90’, però, il centrocampista, invece, è stato sostituito di fretta e furia. È corso a casa, dove la sua famiglia era stata sequestrata, per sostenere moglie e figlie, in evidente stato di choc. Paura immensa per l’argentino e per i suoi cari. Ora, per fortuna, stanno tutti bene.

Le rapine a casa Di Maria e Marquinhos

I ladri sono entrati in casa di Angel Di Maria nella serata di domenica 14 marzo. La banda era a conoscenza del fatto che il calciatore fosse regolarmente in campo per la gara casalinga tra Paris Saint-Germain e Nantes. Non si sono fatti scrupoli, tuttavia, per la presenza della moglie e delle figlie dell’argentino, che hanno assistito alla violenta rapina inermi. I malviventi le hanno sequestrate per tutto il tempo necessario a mettere a bottino qualsivoglia oggetto di valore rinvenuto nella casa. Una volta fuggiti, la donna è riuscita a liberarsi e a chiamare le forze dell’ordine in comprensibile stato di choc. Qualcosa di molto simile, negli stessi istanti, accadeva presso l’abitazione dei genitori di Marquinhos. Il padre del difensore è stato preso in ostaggio per circa mezz’ora.

Purtroppo non è la prima volta che i calciatori del Paris Saint-Germain sono vittime di violente rapine. A fine gennaio i ladri avevano fatto irruzione presso la villa di Mauro Icardi Wanda Nara mentre l’attaccante era in trasferta. Per fortuna, in quel caso, all’interno dell’abitazione non era presente nessuno. A fare l’amara scoperta era stato il personale di servizio il mattino dopo. Il bottino dei malviventi era stato di valore pari a circa 400 mila euro, tra orologi e gioielli di lusso e borse e capi firmati.

Leggi anche -> Ex giocatore dell’Inter arrestato per un grave reato

La reazione del PSG

Il compito di avvertire Angel Di Maria dello spiacevole evento è spettato al tecnico Mauricio Pochettino. Il direttore sportivo Leonardo, mentre era in tribuna, ha infatti ricevuto una telefonata che lo metteva al corrente dei terribili fatti. Sceso sul campo del Parco dei Principi di fretta e furia ha imposto all’allenatore del Paris Saint-Germain di far lasciare il terreno di gioco al centrocampista. Dopo essere stato velocemente informato, quest’ultimo è stato spedito negli spogliatoi e, dopo esserci cambiato, è fuggito a casa, profondamente scosso. Ad attenderlo nell’abitazione c’erano la moglie e le figlie, nonché le forze dell’ordine. Nessuno, per fortuna, ha riportato ferite di notevole entità. Soltanto immenso terrore.

Leggi anche -> Atalanta, il clamoroso striscione a Zingonia: ecco il messaggio dei tifosi

Anche il resto della squadra ha accolto la sostituzione, arrivata al 63′, con grande stupore, dato che Angel Di Maria era stato uno dei migliori fino a quel momento. Le voci sulla violenta rapina hanno iniziato a girare e, inevitabilmente, una forte preoccupazione si è diffusa anche tra gli altri calciatori. È proprio in quei minuti che sono arrivate le due reti del Nantes, che ha ribaltato il risultato. A confermare i terribili momenti vissuti dal Paris Saint-Germain nel secondo tempo è stato Mauricio Pochettino in conferenza stampa: “C’è la delusione di aver perso 3 punti ma la squadra era preoccupata per cose di cui probabilmente siete già al corrente. Non è una scusa, ma c’è stato un calo di energia non abituale. Abbiamo parlato con i giocatori, ma non di questioni di calcio. Ci sono situazioni extra-calcio di cui bisogna tenere conto“, ha detto al termine del match.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here