Reggiana-Pordenone 1-0: sintesi, tabellino e highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:53
0

Trentacinquesima giornata di Serie B a Reggio Emilia. Dopo lo stop imposto al campionato scendono in campo Reggiana e Pordenone, in una gara fondamentale per gli equilibri in zona salvezza. Vittoria fondamentale per gli emiliani.

Sfida da dentro o fuori al Città del Tricolore ( via reggionline.com)Primo Maggio in campo per la Serie B con la 35esima giornata di campionato. Campionato cadetto che non ha ancora espresso verdetti matematici, soprattutto nella zona clada della classifica. Allo stadio “Città del Tricolore” si gioca Reggiana-Pordenone, con fischio d’inizio alle ore 14. Gara fondamentale per la lotta salvezza: padroni di casa in piena zona retrocessione, l’ultima vittoria per la squadra di Max Alvini risale addirittura a febbraio. Il tecnico degli emiliani prosegue nel silenzio stampa, mentre i tifosi granata saranno presenti fuori dallo stadio, per accompagnare i propri beniamini verso una vittoria che sarebbe decisiva per il sogno salvezza. Dal canto loro gli ospiti, guidati da Maurizio Domizzi, cercano la salvezza matematica, al momento la zona play-out dista 4 punti, con l’Ascoli che è tornato a correre. Designazione arbitrale di livello, sarà Fabio Maresca il fischietto della delicata sfida.

LEGGI ANCHE-> Pordenone, Domizzi: “Domani gara fondamentale, raggiungiamo l’obiettivo”

Formazioni ufficiali

REGGIANA (3-5-1-1): Venturi; Libutti, Rozzio, Ajeti, Yao; Radrezza, Rossi, Varone; Laribi, Lunetta; Zamparo.

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Berra, Vogliacco, Bassoli, Falasco; Magnino, Calò, Misuraca; Zammarini; Musiolik, Ciurria.

LEGGI ANCHE-> Reggiana, domani i tifosi accompagneranno la squadra

Tabellino | Reggiana-Pordenone 1-0

REGGIANA (3-5-1-1): Venturi; Libutti, Rozzio, Ajeti, Yao; Radrezza (72°Muratore), Rossi, Varone; Laribi(61°Kirwan), Lunetta(61°Gyamfi); Zamparo (72°Ardemagni).

PORDENONE (4-3-1-2):Perisan; Berra, Vogliacco, Bassoli, Falasco; Magnino, Calò, Misuraca (73°Butic); Zammarini (61°Mallamo); Musiolik, Ciurria.

Marcatori: 56°Ajeti

Ammonizioni: 35°, 60°Yao, 81°Rozzio

Note: 60° Espulso Yao per somma di ammonizioni

LEGGI ANCHE-> Gravina: “Difficile ripartire al 100%, la pandemia si batte con l’ottimismo”

Sintesi

Fuori dallo stadio un nutrito gruppo di tifosi della Regia ha accompagnato i giocatori in vista del match da dentro o fuori per i granata. Alvini si affida a Zamparo dal 1° minuto, nessuna novità sul fronte ospiti. Il tecnico dei padroni di casa fa un gesto non consueto per i suoi modi, segue il riscaldamento pre-partita a stretto contatto con i suoi ragazzi, la gara è fondamentale. Prima grande occasione per gli ospiti, che al quarto d’ora provano con un doppio tentativo a trovare la rete, ma i granata si coprono bene. Alla mezz’ora prima occasione per i padroni di casa, con Zamparo che non riesce a superare Perisan. Clamorosa poi la chance fallita da Lunetta, ben imbeccato in area di rigore, emiliani sciuponi in queste fasi.

A due minuti dalla ripresa è bravissimo Venturi, il portiere granata nega il vantaggio a Musiolik. Si svegliano i padroni di casa che trovano il vantaggio con Ajeti, spietato sottorete dopo il palo, gol pesantissimo. Rimangono poi in 10 i padroni di casa, doppio giallo per Yao. Assalto totale del Pordenone, ma il fortino emiliano regge fino al 90° minuto. Minuti di recupero al cardiopalma.

Probabili formazioni

Nei padroni di casa sicuri assenti Del Pinto e Mazzocchi, ai quali si aggiunge l’acciaccato Costa. Indisponibile anche Kargbo, squalificato per un turno dal Giudice Sportivo. Tornano invece a disposizione Martinelli e Gyamfi, out rispettivamente da fine Febbraio e metà Marzo. Rebus modulo: il tecnico Massimiliano Alvini è tornato a schierare la Regia con il 3-5-2, ma non è da escludere una soluzione più offensiva per dare una sterzata al finale di campionato. Davanti alla porta di Venturi probabile la riconferma di Ajeti, Rozzio e Yao. Sulle corsie laterali Libutti e Lunetta sono in vantaggio su Kirwan e Zampano, mentre è quasi scontato l’impiego in mezzo al campo di Rossi, Varone e Radrezza. Da decifrare la posizione di Laribi: l’ex Bari potrebbe essere schierato a ridosso dell’unica punta o arretrato sulla trequarti.

REGGIANA (3-5-1-1):  Venturi; Ajeti, Rozzio, Costa; Libutti, Varone, Rossi, Muratore, Kirwan; Laribi; Ardemagni.

Maurizio Domizzi  recupera Musiolik e Calò dopo il turno di stop scontato nel recupero della 30ªgiornata contro il Pisa, ma perde per squalifica Barison. Indisponibili gli infortunati Finotto e Morra. Al centro del reparto arretrato davanti a Perisan, probabile l’utilizzo di Bassoli al fianco di Camporese, con Berra e Falasco sulle corsie laterali. Magnino, Calò e Misuraca sono gli indiziati a presidiare la linea mediana, con Zammarini avanzato sulla trequarti. Davanti testa a testa tra Musiolik e Mallamo, con quest’ultimo favorito per spalleggiare l’inamovibile Ciurria.

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Berra, Vogliacco, Camporese, Falasco; Magnino, Calò, Scavone; Zammarini; Musiolik, Ciurria.

LEGGI ANCHE-> Brescia, per Cellino non ci sono reati finanziari: la procura annuncia ricorso

Precedenti e curiosità

Il match di sabato sarà l’ottavo incrocio fra le due formazioni. La Reggiana ha vinto soltanto uno dei sette precedenti. Per il resto un pareggio e ben 5 vittorie del Pordenone, l’ultima nella gara di andata di questa Serie B.. Il Pordenone è reduce da tre sconfitte consecutive contro una squadra neopromossa in Serie B, dopo essere rimasto imbattuto nelle sei sfide precedenti contro queste avversarie (3V, 3N). In generale, i neroverdi non hanno mai vinto in trasferta un match contro formazioni neopromosse (2N, 5P). La Reggiana non vince in casa in Serie B da cinque partite (3N, 2P); l’ultimo successo risale all’1-0 vs Ascoli di febbraio. E’ dal settembre 1992 che gli emiliani non restano senza vittoria in casa per almeno sei partite (11 in quel caso). Il Pordenone ha perso le ultime sei partite di fila fuori casa in Serie B – già record negativo per il club nella competizione – tante quante nelle 20 gare esterne precedenti.

LEGGI ANCHE-> Cremonese, Pecchia: “Felici di tornare in campo, sosta insopportabile”

Simone Mazzocchi è il miglior marcatore casalingo della Reggiana in questo campionato con quattro reti all’attivo; nelle ultime nove partite però non ha partecipato attivamente ad alcun gol tra casa e trasferta nella competizione. Roberto Zammarini ha realizzato il suo primo gol in Serie B nella sfida d’andata contro la Reggiana, in quella che è stata l’unica gara nella competizione in cui ha sia segnato che fornito un assist. Patrick Ciurria ha preso parte attiva a tutti gli ultimi 12 gol (sei reti e sei assist) segnati dal Pordenone in Serie B: aveva messo lo zampino soltanto in sei marcature (tre gol, tre passaggi vincenti) in tutte le precedenti 25 reti dei neroverdi in questo campionato.

La classifica

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here