Lazio-Genoa 4-3, spettacolo all’Olimpico: sintesi, tabellino e highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:24
0

Trentaquattresima giornata di Serie A allo stadio Olimpico. Lunch Match tra Lazio e Genoa, due squadre reduci da vittorie convincenti. Padroni di casa a caccia del quarto posto, liguri della matematica salvezza. Una gara spettacolare all’Olimpico che consegna altri 3 punti pesanti agli uomini di Inzaghi.

Punti importanti in palio all’Olimpico (Photo by Marco Rosi_Getty Images)

Domenica di Serie A che si apre con la gara dell’ora di pranzo, Lazio-Genoa si gioca allo stadio Olimpico di Roma, con fischio d’inizio alle ore 12:30. Buon momento di forma per entrambe le formazioni, padroni di casa reduci dalla vittoria fondamentale trovata contro il Milan, i ragazzi di Simone Inzaghi si sono completamente rilanciati nella corsa al quarto posto e conseguente qualificazione in Champions League. Ospiti dal canto loro reduci dalla vittoria matura nel derby ligure per la salvezza, ora il terzultimo posto dista 5 punti e ogni gara è una finale verso l’obiettivo stagionale, come ha sottolineato il tecnico Ballardini, grande ex di giornata. Arbitro della gara sarà il signor Piero Giacomelli, della sezione di Trieste.

LEGGI ANCHE-> Lazio, Inzaghi: “Domani gara insidiosa, il Genoa è in salute”

Tabellino | Lazio-Genoa 4-3

LAZIO: Reina; Marusic, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic (82°Parolo), Lucas Leiva (58°Cataldi), Luis Alberto(82°Akpro), Lulic (67°Fares); Correa (82°Pereira), Immobile.

GENOA: Perin; Biraschi, Masiello, Radovanovic(46°Ghiglione), Goldaniga; Zappacosta (69°Cassata), Strootman (52°Rovella), Badelj, Zajc(46°Pjaca); Destro(46°Scamacca), Shomurodov.

Marcatori: 30°Correa, 44°Immobile (rig.), 47°Marusic (aut.), 48°Luis Alberto, 57°Correa, 80°Scamacca (rig.), 81°Shomurodov

Ammonizioni: 32°Biraschi, 43°Radovanovic, 45° Leiva, 70°Masiello, 79°Cataldi

Note:

Sintesi

Gara fondamentale per entrambe le formazioni, con assenze pesanti da una parte e dall’altra. I padroni di casa non hanno a disposizione Acerbi squalificato, spazio a Hoedt, gli ospiti lamentano l’assenza di due pilastri come Criscito e Pandev, c’è Shomurodov dal 1°. Partono subito forte i padroni di casa, doppia occasione nel giro di 5 minuti, ritmi alti all’Olimpico. Ospiti che si difendono con tutte le forze, coprendo bene la zona centrale. Si distingue Mattia Perin, il portiere dei liguri compie almeno tre interventi decisivi. Alla mezz’ora la sblocca Correa, che trova continuità dopo la doppietta dello scorso turno. Un paio di buone occasioni per gli ospiti che sciupano e  i biancocelesti trovano il calcio di rigore al 43° minuto. Spietato Ciro Immobile che incrocia e fredda Perina, gol n.149 in maglia Lazio per lui, raggiunto Piola nella storia biancoceleste. Bravo Reina sul finire del primo tempo a fermare gli attacchi del grifone.

Rivoluzione negli ospiti dall’avvio della ripresa, triplo cambio per mister Ballardini. Subito accorciano le distanze i liguri, con Marusic che infila la propria rete. Subito dopo, nell’arco di un minuto Luis Alberto ristabilisce le distanze, con una perla dal limite dell’area. Clamorosa doppietta per Correa, la seconda consecutiva, bravo a freddare Perin dal limite, la Lazio dilaga all’ora di gioco. Dominio totale dei biancocelesti, liguri sulle gambe e ritmi molto più bassi nella seconda parte della ripresa. Ingenuità di Cataldi che regala un calcio di rigore ai liguri al minuto 79°, va Scamacca dagli 11 metri e segna la seconda rete per i suoi. Nel giro di un minuto il grifone trova la terza rete, con Shomurodov che fredda Reina, ultimi minuti di sofferenza per gli uomini di Simone Inzaghi.

Formazioni ufficiali

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

GENOA (4-4-2): Perin; Biraschi, Masiello, Radovanovic, Goldaniga; Zappacosta, Strootman, Badelj, Zajc; Destro, Shomurodov.

LEGGI ANCHE-> Genoa, Ballardini: “Criscito out, Lazio squadra solida”

Probabili formazioni

Contro il Genoa, Simone Inzaghi dovrà fare a meno dello squalificato Acerbi: al suo posto Hoedt al centro della difesa, con Marusic e Radu ai suoi lati e Reina tra i pali. L’unico ballottaggio è a sinistra tra Lulic e Fares: a destra Lazzari, in mezzo Milinkovic, Leiva e Luis Alberto. Davanti Correa e Immobile. Out Escalante e Luiz Felipe, niente da fare anche per la convocazione di Caicedo.

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

Davide Ballardini in conferenza stampa ha annunciato l’assenza di capitan Criscito: al suo posto Radovanovic, con Biraschi e Masiello. A centrocampo dovrebbe rimanere invariato il terzetto Strootman-Badelj-Zajc con Goldaniga e Zappacosta sugli esterni. In attacco mancherà Goran Pandev, fermato dal giudice sportivo. Tre attaccanti per due maglie, Scamacca dovrebbe partite da titolare, da valutare l’impiego di Desto o Shomurodov al suo fianco.

GENOA (4-4-2): Perin; Biraschi, Masiello, Radovanovic, Goldaniga; Zappacosta, Strootman, Badelj, Pjaca; Destro, Scamacca.

Precedenti e curiosità

Primo obiettivo per il Genoa dell’ex Ballardini: evitare la sconfitta numero 500 nelle trasferte in  Serie A. I rossoblù alla vigilia del match in casa Lazio sono, infatti, a quota 499 sconfitte. E da due stagioni l’Olimpico biancoceleste non regala punti. Il più recente successo dei rossoblù? Nel 2017-2018, 2-1 con Pandev in rete al 55’, pareggio di Parolo al 59’, man of the match Laxalt al 92’. Il bilancio dei precedenti Lazio-Genoa sorride ai padroni di casa. Fra Serie A e cadetteria hanno raccolto punti in 50 dei 58 faccia a faccia. Mentre per 8 volte hanno avuto la meglio gli ospiti.

LEGGI ANCHE-> Genoa, Shomurodov: “Drogba e Torres i miei idoli, sogno il Mondiale”

I due punteggi più ricorrenti sono figli del segno X. L’1-1 conta 9 comparsate, lo 0-0 segue a quota 6. Eppure il pareggio non compare dal 2008-2009. Successivamente ecco 6 vittorie per i laziali e 5 per i liguri. Fra i due club in classifica ci sono 25 punti di differenza: 61-36 per i ragazzi di mister Inzaghi. Tuttavia c’è una graduatoria dove i rossoblù sono in vantaggio e, anzi, i padroni di casa sono ultimi in Serie A. Nelle cooperative del gol, vale a scrivere la quantità di giocatori che ogni squadra ha mandato a segno in questo campionato, la Lazio si trova a quota 9, nessuno ha fatto peggio, mentre il Genoa staziona a 11. All’andata fu 1-1: l’ex Immobile (33 presenze e 5 gol nel torneo 2012-2013) al 15’ su calcio di rigore, Destro (24 reti con la maglia della Roma) al 58’. La Lazio cerca un record storico: 11 vittorie di fila in casa, Inzaghi farà di tutto per agguantarlo.

La classifica

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here