Reggiana in silenzio stampa, Salerno: “Non siamo degli Schettino” [VIDEO]

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:06
0

Il presidente della Reggiana, Salerno, ha confermato che la società rimarrà in silenzio stampa anche per le ultime due partite rimanenti di Serie B, quella con la SPAL e quella con il Vicenza. Poi, rassicura i tifosi riguardo il futuro.

Reggiana, il presidente Carmelo Salerno commenta il risultato dell'incontro con il Pordenone. Serie B, 1 maggio 2021 (foto © Tutto Reggiana).
Reggiana, il presidente Carmelo Salerno commenta il risultato dell’incontro con il Pordenone. Serie B, 1 maggio 2021 (foto © Tutto Reggiana).

Come sottolineato da Massimo Rastelli della SPAL in conferenza stampa e confermato dal presidente Carmelo Salerno, la Reggiana è una squadra che ormai da un paio di anni ha creato una forte identità, con un gruppo di giocatori che ci tengono ai loro colori e, nella scorsa stagione, hanno lottato con successo per riuscire a portare la squadra in Serie B.

Questa stagione nella seconda lega calcistica italiana, però, ha deluso per il rendimento della squadra. A parte alcuni giocatori, come Igor Radrezza – migliore per assist e terzo marcatore della squadra – forse ci si aspettava qualcosa di più dalla squadra, sia nel reparto difensivo che a livello di disciplina. La Regia, infatti, è terza in Serie B per espulsioni.

Salerno: “Reggiana, adesso onoriamo le ultime due gare”

Il presidente Carmelo Salerno ha parlato a margine dell’incontro con il Pordenone, dove la Reggiana ha portato a casa la nona vittoria stagionale. Per la squadra in questo momento l’urgenza è vincere per continuare a sperare: un solo punto la separa dalla zona playoff, e la salvezza diretta è ormai matematicamente impossibile.


Leggi anche:

Salerno racconta come sta lavorando la squadra in silenzio stampa: “Siamo stati zitti, abbiamo riflettutto sui tanti errori che abbiamo commesso in campionato. Abbiamo capito che, se ogni volta prendiamo gol al 90′ o al 45′, è solo colpa nostra, non è merito degli avversari. Dobbiamo rimanere umili, torneremo a parlare il 10 maggio“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here