Lazio, Simone Inzaghi presenta la sfida al Torino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:55
0

Domani sera la Lazio ospita il Torino, recupero della gara non disputata ai primi di marzo. C’è ancora tanta delusione dopo la sconfitta nel derby, ma Simone Inzaghi non vuole alcun calo di tensione. Ecco le sue parole alla vigilia della sfida.

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Domani sera la Lazio ospita il Torino, nel recupero della venticinquesima giornata di Serie A. La gara non si disputò il 2 marzo, dopo lo stop imposto dall’Asl al club granata, focolaio covid. La vicenda è passata per tre gradi di giustizia sportiva, con i biancocelesti che reclamavano il 3-0 a tavolino. Nulla da fare invece e domani sera si torna in campo, dopo la batosta rimediata nel derby capitolino. Addio sogni Champions per gli uomini di Simone Inzaghi, ma il tecnico non vuole mollare. Il mister ha presentato la sfida ai canali ufficiali della società laziale.

LEGGI ANCHE-> Torino, squadra in ritiro per la missione salvezza

Simone Inzaghi presenta Lazio-Torino

La conferenza non può non partire dalla sconfitta nella stracittadina: “Veniamo da una grande delusione nel derby e domani, contro il Torino, vogliamo onorare al meglio il campionato.” Il tecnico tiene alta la guardia in casa Lazio, c’è da difendere il record di vittorie casalinghe. Inoltre il Toro è il diretto avversario nella lotta salvezza del Benevento, allenato da Pippo Inzaghi. Solo la vittoria della Lazio manterrebbe accese le speranze di salvezza della formazione campana.

LEGGI ANCHE-> Salernitana, Lotito deve cedere entro il 25 Giugno pena esclusione dalla A

In seguito si passa alla conta degli assenti, tra squalifiche ed infortuni: “Come stanno i giocatori? È presto, abbiamo giocato sabato sera. Sicuramente non ci sarà Acerbi che oltre alla squalifica ha avuto un infortunio. Indisponibile anche Correa.” In chiusura il tecnico piacentino non ha escluso ulteriori defezioni. Avendo giocato solo sabato c’è bisogno di ancora un po’ di allenamento per valutare la disponibilità dell’organico. Nessun accenno alla questione del rinnovo contrattuale, ormai in stallo da troppi mesi. L’ultimo pensiero dell’allenatore riguarda il primato interno da difendere: “Domani sarà anche l’ultima in casa della stagione. Abbiamo un record in ballo, vogliamo allungare la striscia di vittorie consecutive all’Olimpico.” E mantenere accese le speranze per il Benevento del fratello Pippo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here