Venezia-Roma: formazioni ufficiali e match live

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:32

Venezia e Roma si sfidano nella partita delle 12:30: ecco le ultime sulle formazioni del match del Penzo valido per la dodicesima di Serie A.

Mattia Aramu, centrocampista del Venezia e Lorenzo Pellegrini, centrocampista della Roma (credit: Getty Images)
Mattia Aramu, centrocampista del Venezia e Lorenzo Pellegrini, centrocampista della Roma (credit: Getty Images)

Venezia-Roma

Alle ore 12:30 Venezia e Roma si affrontano nell’ultima partita prima della sosta delle nazionali. Il Venezia di Paolo Zanetti, dopo il pareggio a reti bianche contro il Genoa, deve cercare di conquistare punti importanti in chiave salvezza. La squadra neroverde nonostante i risultati ottenuti ha sempre disputato delle buone partite, non sfigurando mai nelle sue prime apparizioni in Serie A. La Roma invece non sta passando un periodo roseo e vuole tornare alla vittoria dopo la sconfitta contro il Milan e il pareggio in Conference League contro il Bodø/Glimt. In più la squadra di Mourinho è stata momentaneamente scavalcata dall’Atalanta e vuole riprendersi il quarto posto prima della sosta.

LEGGI ANCHE –> Cagliari-Atalanta 1-2: le parole di Mazzarri e Gasperini
LEGGI ANCHE –> Juventus-Fiorentina 1-0: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

Match live

 

Venezia-Roma: le formazioni ufficiali

Venezia (4-3-3): Romero; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Haps; Crnigoj, Ampadu, Busio; Aramu, Okereke, Kiyine.
A disposizione: Maenpaa, Molinaro, Modolo, Ebuehi, Svoboda, Tessmann, Sigurdsson, Heymans, Peretz, Forte, Henry, Bjarkason.
Allenatore: P. Zanetti

Roma (3-4-1-2):Rui Patricio; Mancini, Kumbulla, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Veretout, El Shaarawy; Pellegrini; Shomurodov, Abraham.
A disposizione: Boer, Fuzato, Reynolds, Tripi, Villar, Zaniolo, Diawara, Zalewski, Mkhitaryan, Perez, Mayoral, Afena-Gyan.
Allenatore: J. Mourinho

Squadra arbitrale

ARBITRO: Aureliano
Guardalinee: Bottegoni, Fiore
Quarto uomo: Serra
VAR: Fabbri
AVAR: Preti

Precedenti e curiosità

Il Venezia non batte la Roma in Serie A TIM dal febbraio 1999 (3-1 con Novellino in panchina): quella è l’unica vittoria dei veneti negli ultimi 12 confronti con i giallorossi nella competizione (3N, 8P).

L’ultima sfida al Penzo tra Venezia e Roma in Serie A TIM è datata aprile 2002: un 2-2 in rimonta per i capitolini, grazie alla doppietta di Vincenzo Montella nel finale (due rigori tra l’87’ e il recupero) che rispose ai due gol lagunari di Maniero e De Franceschi.

Dopo aver perso in quattro delle prime cinque giornate di questo campionato (1V), il Venezia ha perso solo due volte nelle ultime sei giornate (1V, 3N).

Quattro sconfitte nelle prime 11 giornate di questa Serie A TIM per la Roma: era dal 2012/13 che i giallorossi non perdevano così tante partite a questo punto del torneo; in quel caso però avevano due punti in meno di ora (17 vs 19).

La Roma, che ha vinto nell’ultima trasferta di campionato in casa del Cagliari, cerca due successi esterni consecutivi in campionato che le mancano addirittura da agosto 2020 (quattro in quel caso).

La Roma è la squadra che ha effettuato più tiri nella Serie A TIM in corso (195), mentre il Venezia è quella che ne ha tentati di meno (95); i veneti sono ultimi anche come valore di Expected Goals (10.0), mentre i giallorossi hanno un valore di xG di 19.5, in linea con i 19 gol segnati.

Il Venezia ha subito il 76% dei propri gol in questo campionato nei secondi tempi (13 su 17): solo Fiorentina (77%) e Verona (80%) vantano percentuali più alte di gol incassati nelle riprese.

Il primo gol segnato in un match casalingo da Mattia Caldara in Serie A TIM è stato proprio contro la Roma, a Bergamo nel novembre 2016 con la maglia dell’Atalanta; il difensore del Venezia non segna nel massimo campionato dal dicembre 2017, proprio in casa e contro una squadra della Capitale (la Lazio).

Henrikh Mkhitaryan ha messo a referto appena due gol e due assist in questa Serie A TIM. Nello scorso campionato a questo punto del torneo aveva già segnato sei gol e fornito cinque assist.

Tra gli attaccanti centrali (o prime punte) con almeno 900 minuti giocati nei maggiori cinque campionati europei 2021/22, Tammy Abraham è quello con la peggior media minuti/gol, uno ogni 464 minuti in campo di media.

Fonte: Lega Serie A