Bologna-Napoli: probabili formazioni, precedenti e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:02

Bologna e Napoli si sfidano al Dall’Ara alle 18:30 nella 22esima giornata di Serie A: ecco le probabili formazioni, i precedenti e le curiosità.

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna e Luciano Spalletti, allenatore del Napoli [credit: Getty Images] – MeteoWeek

Bologna-Napoli, è sfida tra Mihajlovic e Spalletti

In casa Bologna è ancora forte la rabbia per la partita che non si doveva giocare, quella persa contro il Cagliari di martedì scorso. Mihajlovic ha ribadito in conferenza stampa la sua disapprovazione, ma si è detto pronto a focalizzarsi esclusivamente sull’importante match di oggi. Il Bologna è 13esimo in classifica di Serie A con 27 punti e se vuole sognare una scalata in classifica deve ottenere un buon risultato.

Il Napoli di Spalletti invece ha una grande occasione per allungare in classifica su Atalanta Juventus e per accorciare sull’Inter, che ieri ha pareggiato a reti inviolate contro la Dea. Gli azzurri vogliono tornare alla vittoria dopo la deludente uscita dagli ottavi di Coppa Italia contro la Fiorentina.

Nella gara d’andata il Napoli aveva vinto con un netto 3-0 con doppietta di Insigne e gol di Fabián Ruiz.

LEGGI ANCHE –> ULTIM’ORA: adesso è ufficiale: D’Aversa esonerato dalla Samp, ecco il sostituto
LEGGI ANCHE –> Supercoppa di Spagna, ecco chi è il primo italiano che vince il trofeo

Probabili formazioni

Bologna

Mihajlovic teme l’assenza di Dominguez e Orsolini, ma studia le alternative in caso di forfait. Nel reparto di difesa Soumaoro, Binks e Theate. Per centrocampo e trequarti i candidati sono ViolaSoriano e Svanberg. Sulla corsia destra favorito De Silvestri e su quella di sinistra Hickey. Coppia d’attacco Arnautovic e Sansone.

Bologna (3-5-2): Skorupski; Soumaoro, Binks, Theate; De Silvestri, Soriano, Viola, Svanberg, Hickey; Arnautovic, Sansone.
Allenatore: S. Mihajlovic.

Napoli

Out Insigne, Koulibaly, Anguissa, Ounas. Spalletti ritrova invece Zielinski, che esce dall’isolamento oggi. Meret dovrà sostituire Ospina, sostituito per una contrattura in Coppa Italia. Difesa composta da Di Lorenzo a destra e Mario Rui a sinistra con Rrahmani e Juan Jesus coppia di centrali. In cabina di regia Fabián Ruiz accanto a Lobotka (in ballottaggio con Demme). In avanti Petagna come centravanti. Osimhen si è negativizzato e torna disponibile, ma partirà dalla panchina.

 

Precedenti e curiosità

Il Napoli ha vinto le ultime tre partite di Serie A contro il Bologna, con un punteggio
complessivo di 7-1.

Dopo il successo per 3-0 della gara d’andata, il Napoli potrebbe tenere la porta inviolata in due incontri consecutivi di Serie A contro il Bologna per la prima volta dal 2013, mentre non ci riesce in un singolo torneo dal 1977/78.

Ci sono stati soltanto due pareggi nelle ultime 17 partite tra Bologna e Napoli, al Dall’Ara: completano il parziale otto successi rossoblù e sette partenopei.

Il Napoli ha vinto soltanto tre delle ultime 10 partite di campionato; dopo il successo per 1-0 sulla Sampdoria, la squadra partenopea potrebbe inanellare due vittorie consecutive in Serie A per la prima volta dallo scorso ottobre (una delle quali contro il Bologna).

Il Bologna ha perso le ultime due partite interne di campionato; l’ultimo allenatore rossoblù ad avere subito tre sconfitte di fila in casa nel massimo campionato è stato Roberto Donadoni tra febbraio e marzo 2017 (quattro in quel caso).

Sinisa Mihajlovic ha vinto soltanto due delle 20 sfide da allenatore in Serie A contro il Napoli (7N, 11P); quella partenopea è, inoltre, la compagine contro la quale le squadre del tecnico serbo hanno subito più gol (44) nel massimo campionato.

Il Napoli ha pareggiato l’ultima trasferta di Serie A, contro la Juventus; gli azzurri non
impattano due partite consecutive fuori casa nel massimo torneo dal dicembre 2019, nelle ultime due panchine esterne di Carlo Ancelotti.

Il Bologna è la vittima preferita in Serie A di Dries Mertens: il belga ha segnato 11 reti contro i rossoblù e soltanto Antonio Vojak contro la Triestina ha realizzato più marcature (13) contro una singola avversaria con la maglia del Napoli nella storia della competizione.