Inter, Inzaghi dopo lo Spezia: “Vittoria figlia della lucidità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00

Al termine della partita vinta dall’Inter contro lo Spezia, il tecnico della squadra nerazzurra è stato intervistato dai microfoni di Dazn.

Nell’anticipo del venerdì alle 19, l’Inter è riuscita ad espugnare per la prima volta nella sua storia il Picco di La Spezia, centrando la sua terza vittoria consecutiva in campionato.

 

Immagine dalla partita - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Immagine dalla partita – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

Nerazzurri che sbloccano il match poco dopo la mezz’ora della prima frazione di gara grazie al lungo uno due tra Brozovic e D’Ambrosio, chiuso con un sinistro al volo all’incrocio da parte del croato, che trova il suo primo gol in stagione in campionato.

Partita non semplice dato che lo Spezia prova in tutti i modi ad impensierire la retroguardia nerazzurra, che però non vacilla. Inzaghi fa i cambi giusti e confeziona grazie al neo entrato Lautaro Martinez la rete del 2-0 su cross del solito Perisic, al quinto assist in campionato.

Lo Spezia riapre i conti al minuto 87 grazie al gran gol di Giulio Maggiore, che prende lo stesso incrocio dei pali di Brozovic e regala speranza nel recupero ai suoi. Recupero in cui però l’Inter spreca tante occasioni ma riesce anche a chiudere la gara, grazie all’altro neo entrato Alexis Sanchez, che servito da Lautaro mette il sigillo al match.

LEGGI ANCHE -> Spezia – Inter 1-3: cronaca del match e tabellino

Vittoria della lucidità

Una gara importante per la corsa dei nerazzurri, come ricorda anche il tecnico interista Simone Inzaghi, intervistato da Dazn al termine dell’incontro.

“La partita non era semplice, ma siamo stati lucidi” dice Inzaghi, che sottolinea come lo Spezia sia una squadra in salute per di più in uno stadio gremito e per la prima volta tutto esaurito, che dava una spinta forte ai liguri. “Vittoria importante per dare continuità ai nostri risultati”.

Simone Inzaghi - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Simone Inzaghi – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

L’ex tecnico biancoceleste analizza la prestazione della squadra: “Brozovic è stato marcato ad uomo sia da Kovalenko che da Agudelo, Barella e Calhanoglu sono stati bravi ad abbassarsi e darci opzioni in più tra le linee”.

Sulla prestazione dei tre centrocampisti: “Lo Spezia ha marcato a uomo Brozovic prima con Kovalenko, poi con Agudelo. Calhanoglu si è abbassato spesso per darci un’opzione in più ed è stato molto bravo così come Barella che ha occupato sempre posizioni funzionali tra le linee mettendo in difficoltà lo Spezia”.

LEGGI ANCHE -> Milan – Genoa 2-0: cronaca del match e tabellino

Un commento anche sul gol che ha sbloccato l’incontro, con Inzaghi che analizza come la soluzione di far entrare in area il terzo di difesa (nel caso del gol D’Ambrosio) sia una soluzione provata da inizio anno: “D’Ambrosio l’inserimento nelle sue corde. A Brozovic avevo detto ieri a fine allenamento che doveva tirare di più e oggi lo ha fatto” ha

In chiusura di intervista parole sulle condizioni dei due centrali nerazzurri: “Stefan era pronto per giocare ma anche D’Ambrosio e Dimarco hanno sempre fatto bene quando chiamati in causa. Per Bastoni dovrebbero essere solo crampi” conclude Inzaghi, che ovviamente dice anche di sperare di avere tutti a disposizione per il match di martedì sera, semifinale di ritorno di Coppa Italia contro il Milan.