Juventus-Bologna 1-1: le parole degli allenatori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23

Pareggio per 1-1 all’Allianz Stadium tra Juventus e Bologna, i bianconeri sbattono contro il muro eretto dai rossoblu e perdono altri punti in casa.

Una grande prova da parte del Bologna che trova il terzo risultato utile consecutivo contro i padroni di casa della Juventus. I bianconeri concedono un’occasione d’oro alla Roma di
avvicinarsi al quarto posto, l’ultimo valido per la Champions.

Paulo Dybala e Jerdy Schouten [Credit: ANSA] - Meteoweek
Paulo Dybala e Jerdy Schouten [Credit: ANSA] – Meteoweek

Un pari che fa contento solo il Bologna, questo il verdetto della gara delle 18 del sabato di Serie A.

Una Juve che fa un passo indietro rispetto alle più convincenti prove contro Inter e Cagliari. I bianconeri di mister Max Allegri sbattono contro un Bologna in grande spolvero nelle ultime giornate riuscendo ad agguantare l’1-1 solo nei minuti di recupero. Una prestazione sottotono salvata nel finale da Dusan Vlahovic su assist splendido di Alvaro Morata.

Alla prestazione negativa della Juventus corrisponde un’altra grande prova del Bologna. I rossoblu ancora privi di mister Mihajlovic trovano ulteriore forza dal coraggio del loro allenatore e centrano il terzo risultato utile consecutivo (2 pareggi e 1 vittoria). Mattatore ancora una volta per il Bologna è Marko Arnautovic, gli ultimi 6 gol dei rossoblu portano la firma fell’austriaco, raggiunto il record di Schiavio che resisteva dal 1933.

Il risultato della partita chiama inevitabilmente a diverse conferenze stampa, così hanno parlato i due allenatori.

LEGGI ANCHE—->Juventus, per il mercato si guarda in casa Sassuolo

Allegri: “Dobbiamo migliorare il migliorabile”

Una conferenza stampa cauta quella tenuta da mister Allegri. L’allenatore della Juventus è parso deluso ma non troppo amareggiato dal risultato finale conscio che, vista la situazione in cui si era messa la gara, questo risulta essere un punto importante.

“Bisogna migliorare le cose che si devono migliorare”, questo il concetto centrale delle parole di Allegri. Il tecnico toscano ha criticato il brutto approccio dei primi 45 minuti e di inizio ripresa da parte dei suoi, approccio che ha condizionato l’intera gara.

Allegri ha voluto specificare come i suoi debbano migliorare l’aspetto difensivo (solo 1 clean sheet nelle ultime 5 partite) e poi si è soffermato sulla prestazione di Vlahovic.

Allegri ha nuovamente sottolineato la necessità del serbo di aumentare la sua esperienza e lucidità per evitare di commettere errori dettati dalla giovane età.

Un'immagine del match [Credit: ANSA] - Meteoweek
Un’immagine del match [Credit: ANSA] – Meteoweek

De Leo: “C’è rimpianto”

Una conferenza stampa dove è regnata la soddisfazione per De Leo. Il membro dello staff tecnico del Bologna, ancora una volta chiamato a parlare in assenza di Mihajilovic, si è detto molto contento della prestazione dei suoi lasciando però trasparire un leggero rimpianto.

Siamo delusi, c’è amarezza, ma razionalmente capiremo quanto di buono abbiamo fatto” , parole che lasciano trasparire l’amarezza per il gol subito nel finale che ha negato i 3 punti ai rossoblu.

Tornando sul concitato finale De Leo ha asserito come secondo lui l’arbitro avrebbe dovuto avere la capacità di intuire il momento di tensione e non espellere anche Medel dopo aver allontanato anche Soumaoro per il fallo su Morata.

LEGGI ANCHE—->Sampdoria, arrivano feroci polemiche

Dichiarazioni che confermano l’andamento della gara con un Bologna soddisfatto ma con un leggero rimpianto e una Juve che dovrà rialzarsi al più presto.