Atalanta – Verona: probabili formazioni, precedenti e statistiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

La trentatreesima giornata di Serie A si chiude a Pasquetta con la sfida tra Atalanta ed Hellas Verona.

Dopo lo stop del giorno di Pasqua, il lunedì in Albis alle 20:45 si gioca la sfida del Gewiss Stadium tra Atalanta ed Hellas Verona per chiudere la giornata 33 di Serie A.

 

Immagine dalla gara d'andata - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Immagine dalla gara d’andata – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

Atalanta in grande crisi in campionato, avendo perso le ultime due partite contro il Napoli e il Sassuolo.

Verona che non ha più necessità di classifica e che ha perso l’ultima partita a San Siro contro l’Inter.

Gara d’andata in cui gli scaligeri passarono in vantaggio col gol del Cholito Simeone, raggiunto dalla rete di Miranchuk e superato dal gol di Koopmeiners per l’1-2 finale.

LEGGI ANCHE -> Ronaldo il Fenomeno si sbilancia: “Ecco chi vincerà scudetto e Champions League”

Atalanta – Verona: probabili formazioni

Probabile Atalanta(3-4-2-1): Musso; Toloi, Demiral, Scalvini; Hateboer, De Roon, Koopmeiners, Zappacosta; Pasalic, Malinovskyi; Zapata. Allenatore: Gasperini.

Probabile Verona(3-4-2-1): Montipò; Gunter, Ceccherini, Casale; Faraoni, Ilic, Tameze, Lazovic; Bessa, Caprari; Simeone. Allenatore: Tudor.

Immagine dalla gara d'andata - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Immagine dalla gara d’andata – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

Precedenti e curiosità

Nell’era Gasperini (dal 2016/17) l’Atalanta ha vinto cinque delle sette partite contro il Verona in Serie A (1N, 1P); tanti successi quanti quelli collezionati nei precedenti 18 incroci nel torneo (6N, 7P). In generale sono 43 le sfide nel massimo campionato tra le due formazioni: 18 successi nerazzurri, 11 gialloblù, 14 pareggi.

L’ultima volta che queste due squadre si sono incontrate a Bergamo nel girone di ritorno di Serie A, ha vinto il Verona: 1-2 il 19 aprile 2014, con reti di Massimo Donati, Luca Toni e German Denis.

LEGGI ANCHE -> Scarpa d’Oro 2022, la classifica provvisoria: due “italiani” tra i top

Dopo i ko contro Sassuolo e Napoli nelle ultime due giornate di campionato, l’Atalanta potrebbe perdere tre gare di fila in Serie A per la prima volta nell’era Gasperini (dal 2016/17). La Dea in generale non rimedia almeno tre sconfitte consecutive nel torneo da gennaio 2016 (quattro, con Edoardo Reja in panchina).

Il Verona ha subito gol in ognuna delle ultime 20 trasferte di Serie A – l’ultimo clean sheet lontano da casa per gli scaligeri nel massimo campionato risale al 3 aprile 2021 contro il Cagliari (2-0). La formazione gialloblù non registra una striscia più lunga di gare esterne consecutive con almeno una rete al passivo dal marzo 1997 (22).

L’Atalanta ha raccolto 51 punti in 31 gare giocate in questa Serie A (14V, 9N, 8P) – registrando il peggior rendimento dal 2017/18, quando dopo lo stesso numero di partite i punti erano 48 (13V, 9N, 9P). La Dea chiuse quella stagione al 7° posto.

Sfida tra due delle cinque squadre che hanno realizzato più gol su azione nel campionato 2021/22: l’Atalanta 48 (come la Lazio), il Verona 45 (come Inter e Sassuolo); la formazione bergamasca si conferma infatti la meno prolifica su palla inattiva nella Serie A in corso (soltanto cinque reti, mentre nello scorso torneo da fermo ne aveva segnate 13).

Sfida tra due delle tre migliori squadre del campionato per sequenze di pressing: 569 interruzioni alte di sequenze avversarie per l’Atalanta, 501 per il Verona (tra di loro solo l’Empoli con 511).

Luis Muriel, che contro il Sassuolo nell’ultimo turno di Serie A ha realizzato il suo 25° gol da subentrato nel torneo, record nell’era dei tre punti a vittoria condiviso con Matri – non è ancora riuscito ad andare a bersaglio in due presenze di fila nel campionato in corso. Due firme per il colombiano contro il Verona – entrambe in casa – nella competizione: con la Sampdoria, il 25 ottobre 2015, e in nerazzurro, il 7 dicembre 2019 su calcio di rigore.

Duván Zapata – nove reti all’attivo in questo campionato – potrebbe diventare il secondo giocatore capace di andare in doppia cifra di gol in ognuna delle ultime sei stagioni di Serie A. Nel periodo, l’unico che ha già tagliato questo traguardo è Ciro Immobile.

Con Antonin Barak in campo in questa Serie A il Verona viaggia a una media punti di 1.5 a match e con una percentuale di vittorie del 40%; senza il centrocampista della Repubblica Ceca la media punti è di 1.1 e la percentuale di successi si abbassa al 28.6%.

Fonte: Lega Serie A TIM