Gasperini presenta Atalanta – Fiorentina | Novità su Ilicic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:42
0

Il tecnico nerazzurro sostiene che ora ci si potrà concentrare esclusivamente sul campionato. In vista della visita dei viola, Gasperini ammette di temere la rabbia e la loro determinazione. Ilicic non ci sarà per via di un mal di gola.

gian piero gasperini sport meteoweek
Gasperini non si fida della Fiorentina – meteoweek.com (Photo by PAUL ELLIS/POOL/AFP via Getty Images)

Gian Piero Gasperini si gode il buon momento dell’Atalanta, che ha messo in cassaforte il primo obiettivo della stagione. La vittoria di Amsterdam ha consentito ai nerazzurri di ottenere l’accesso agli ottavi di Champions League. Ora e per i prossimi due mesi ci sarà solo il campionato nei pensieri degli orobici. A partire dalla sfida di domani pomeriggio, quando al Gewiss Stadium arriverà una Fiorentina vogliosa di rivalsa dopo i primi risultati negativi dell’era Prandelli-bis. In ogni caso, Gasperini ha fatto capire in conferenza stampa che la sua squadra è in salute.

Forse il doppio impegno non ha consentito alla Dea di brillare come suo solito, ma bisogna considerare proprio la difficoltà di confermarsi in entrambe le competizioni. Gasp lo sa e lo ribadisce: “Non è che finora non abbiamo pensato al campionato, c’è da dire che la Champions League porta via tante energie. La qualificazione era da ottenere nell’immediato, per cui abbiamo messo più attenzione nelle gare europee, anche se abbiamo provato a fare il massimo ogni volta che siamo scesi in campo. Adesso possiamo pensare solo al campionato fino a fine febbraio“.

Proprio la gara vinta sul campo dell’Ajax, nonostante le tante voci circolate nei giorni precedenti, è un passaggio importante del percorso dell’Atalanta. Lo stesso allenatore ha fatto capire che ci sono stati alcuni momenti decisivi, che hanno consentito di ottenere il risultato necessario: “In ogni partita ci sono dei momenti che ti aiutano a crescere e a migliorare. Quella di mercoledì è stata diversa da quella di Liverpool, abbiamo giocato forse con la consapevolezza di avere due risultati per passare. Questo ci aiutato, ma se Klaassen avesse segnato sarebbe stata tutta un’altra storia“.

Domani a Bergamo arriverà una Fiorentina arrabbiata e carica. Prandelli in conferenza stampa ha fatto capire di essere pronto a sfruttare ogni singolo momento di calo dei nerazzurri, ma Gasperini non sembra essere dello stesso avviso. “In ogni gara ci sono dei rischi – ha detto il Gasp – . La Fiorentina è un’ottima squadra di assoluto valore, lo abbiamo visto anche contro il Milan. In ogni gara del nostro campionato ci sono e ci saranno delle difficoltà, in certi casi il blasone conta poco. Sotto questo aspetto abbiamo l’intenzione di preparare al meglio anche questa partita“.

Il sorriso dopo Amsterdam – meteoweek.com (Photo by JON SUPER/POOL/AFP via Getty Images)

C’è da interrogarsi anche sulle condizioni di alcuni giocatori, tra acciacchi precedenti al match di Amsterdam e nuovi problemi emersi nelle ultime ore. Anche in questo caso Gasperini chiarisce la situazione di alcuni elementi del suo gruppo: “Pasalic è rientrato oggi ma non sta ancora bene. Miranchuk non sarà disponibile, spero di ritrovarlo in gruppo già lunedì. Caldara si sta riprendendo bene, ma serviranno almeno altri 20 giorni. Non credo di poter convocare neanche Ruggeri“. E poi c’è la curiosità su Josip Ilicic, che però non potrà affrontare la sua ex squadra: “Non si è allenato perchè aveva mal di gola, per domani non ci sarà“.

Leggi anche -> Atalanta, Ilicic fa chiarezza: “Non ho difeso Papu Gomez contro Gasperini”

Leggi anche -> Atalanta, Percassi salva Gasperini e Papu Gomez: “Rimangono entrambi, bene la Champions League”

Si parla di calciomercato e della possibilità di sfoltire una rosa particolarmente munita, ma in cui alcuni elementi non si sono rivelati all’altezza. In ogni caso, Gasperini parla bene dei suoi ragazzi: “Devo valorizzare al meglio i ragazzi e ottenere i migliori risultati possibili con loro. Poi è normale che la società abbia determinate esigenze, i risultati possono anche coincidere con la possibilità di fare plusvalenze“. Si è parlato in conferenza stampa anche di Paolo Rossi: “È una parte della nostra gioventù che è andata via. Io l’ho conosciuto quando avevo 12 anni, giocavo sotto età in un torneo a Firenze e gioco in maniera fantastica“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here