Italia, Mancini: “Primo tempo ottimo, ripresa da rivedere. Felice per Immobile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:56
0

L’Italia ha battuto l’Irlanda del Nord all’esordio alle qualificazioni al Mondiale 2022 in Qatar. Provvidenziali le reti messe a segno nel primo tempo da Berardi e Immobile. Il c.t. Roberto Mancini, al termine del match, ha commentato la prestazione della sua squadra.

mancini
Roberto Mancini, commissario tecnico della Nazionale italiana (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

L’Italia festeggia la prima vittoria nelle fasi di qualificazione al Mondiale 2022 in Qatar. La compagine guidata dal c.t. Roberto Mancini ha battuto tra le mura amiche dello Stadio Ennio Tardini di Parma l’Irlanda del Nord. Decisive le reti messe a segno nel primo tempo da Berardi Immobile, nonostante nel secondo tempo la squadra abbia avuto un calo. La sfida ad ogni modo era senza dubbio alla portata, ma affrontarla è servito agli azzurri per comprendere qual è al momento la loro condizione e quali sono le potenzialità del gruppo. Non era facile tornare in campo dopo il lungo stop. Adesso sarà necessario dare continuità al risultato positivo. L’avversario di domenica sarà la Bulgaria, che questo pomeriggio è stata sconfitta dalla Svizzera.

Leggi anche -> Italia-Irlanda del Nord 2-0: Buona la prima per gli azzurri. Il tabellino

Mancini al triplice fischio

Il c.t. Roberto Mancini, intervenuto ai microfoni di Rai 1 al termine del match, ha commentato la prestazione della sua squadra: “Il primo tempo è stato ottimo, avremmo potuto segnare molto di più. Il secondo tempo è da rivedere, potevamo fare molto meglio. Abbiamo fatto due gol e potevamo farne altri due, abbiamo fatto tante giocate veloci. Forse abbiamo fatto troppi tocchi nel secondo tempo, la palla doveva girare più velocemente ma dopo cinque mesi ci sta“. E sulle assenze: “Pellegrini ha fatto un ottima partita così come Locatelli. Magari segnando di più nel primo tempo avremmo sofferto di meno ma sapevamo che l’Irlanda del Nord poteva metterci in difficoltà“.

La squadra ha provato a costruzione il gioco dal basso, ma nel secondo tempo non c’è riuscita al meglio. “Dobbiamo costruire naturalmente, ma a volte la palla possiamo buttarla quando ci pressano. Avevamo la giocata su Ciro in avanti, avremmo dovuto rischiare di meno. Per un attaccante è fondamentale segnare, Immobile ha fatto un’ottima partita e poteva fare anche un altro gol. Siamo felici per lui, speriamo che gli altri attaccanti facciano bene come lui“.

Infine, qualche parola sul il ricordo degli ex azzurri scomparsi, a cui è stato dedicato un minuto di silenzio all’inizio del match, e su Daniel Guerini, giocatore della Primavera della Lazio morto in un incidente stradale: “Quello che è accaduto è una tragedia immane, sono cose che non possono e non devono mai succedere. È un grande dispiacere che un ragazzo così giovane abbia perso la vita. Oggi abbiamo ricordato anche le tante leggende scomparse“.

Leggi anche -> Bulgaria, Petrov: “Noi inesperti, contro l’Italia maggiore concentrazione”

Bonucci: “Vittoria dedicata a chi ha sofferto”

Leonardo Bonucci, intervenuto ai microfoni di Rai 1, ha parlato del valore del risultato odierno: “È importante non prendere gol anche se oggi abbiamo sbagliato tanto a livello tecnico, soprattutto nel secondo tempo in cui non abbiamo fatto granchè in fase di possesso. C’era la possibilità di fare del male alla loro difesa. Quello che piace da quando c’è Mancini è l’atteggiamento e l’entusiasmo, l’aggressività ogni volta che perdiamo palla e la capacità di fare male all’avversario. Speriamo che potremo continuare così. C’è un grande lavoro dietro, merito del Ct e dello staff, oltre che della disponibilità dei giocatori. Quando fai bene una cosa che provi in poco tempo vuol dire che i giocatori sono bravi a recepire, in un percorso del genere è importante. Abbiamo giovani di grande talento e predisposizione al sacrificio e all’umiltà, è fondamentale per noi“.

E aggiunge: “Quella contro la Svezia è una ferita che rimarrà, da lì dobbiamo prendere la fame e la rabbia per riprenderci quel che meritiamo. Anche per i nostri tifosi che stanno soffrendo. Entrare in uno stadio vuoto fa male, il tifo è la parte che manca di più, speriamo che al più presto possiamo ritrovare i tifosi allo stadio. Dedichiamo questa vittoria alle persone che hanno vissuto momenti difficili e li stanno vivendo tuttora“.

Chiellini: “In trasferta sarà tosta”

A fare eco al compagno di reparto è stato Giorgio Chiellini: “Abbiamo vinto, non abbiamo preso gol, quindi va bene. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, poi nel secondo tempo un po’ di stanchezza, poca attenzione e superficialità, ma avremmo potuto segnare anche più gol. Si può comunque essere soddisfatti di questo inizio. Loro sono sempre pericolosi sulle palle da fermo, siamo stati molto attenti, abbiamo fatto un’ottima partita soprattutto nel primo tempo in cui trovavamo linee di passaggio migliori. Ora abbiamo due trasferte che sulla carta sono facili, ma conosciamo le insidie di certe partite, fuori casa è sempre tosta. Ora ci fermiamo un giorno ma non dobbiamo staccare l’attenzione e la concentrazione. Per come mi sento, per ora va bene così, sono già contento. Sono tranquillissimo, la cosa bella di questi tre anni è stata l’intercambiabilità del gruppo. Il mister ha tante frecce nel proprio arco, ci cambierà e sono contento. L’importante è il risultato, dobbiamo essere contenti“, ha detto ai microfoni di Rai 1.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here