Ascoli in festa, la salvezza è matematica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:45
0

Termina a lieto fine la cavalcata dell’Ascoli di Andrea Sottil, dopo la vittoria per 2-0 ai danni del Cittadella. La contemporanea sconfitta del Cosenza regala ai marchigiani la salvezza matematica, senza passare dai play out.

Federico Dionisi
Federico Dionisi mentre esulta dopo un gol (foto credit Ascoli Calcio 1898 FC SpA)

Vittoria doveva essere e tre punti sono arrivati in casa Ascoli, dopo una convincente gara contro il Cittadella. Termina 2-0 al Del Duca, grazie alle reti trovate nel finale di primo tempo dai ragazzi guidati da mister Sottil, oggi squalificato. Il tecnico dei marchigiani si rende protagonista di un’altra cavalcata salvezza, lo scorso anno salvò il Pescara, che proprio oggi saluta la categoria, raggiungendo l’Entella in Serie C. Una gara condotta in scioltezza dalla compagine picena, che è stata bravissima a trovare il doppio vantaggio in chiusura della prima frazione. Ecco le voci dei protagonisti dell’impresa salvezza.

LEGGI ANCHE->Ascoli-Cittadella 2-0, bianconeri salvi: sintesi, tabellino e highlights

LEGGI ANCHE->Reggiana-SPAL 1-2, cronaca in diretta: retrocessione La Regia, playoff Estensi in bilico

Ascoli salvo, le voci della società

Massimo Pulcinelli, patron dell’Ascoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della sfida contro il Cittadella. Ecco quanto dichiarato:  “Ho sempre difeso l’operato della squadra, un po’ meno il mio. Poi abbiamo raddrizzato il tiro. Questa salvezza ha un sapore fantastico perché città e tifosi meritano questa categoria. Qualcuno ci ha giustamente criticato. Oggi abbiamo fatto la quarta vittoria di fila al “Del Duca” e il merito è dei ragazzi e di mister Sottil”.

LEGGI ANCHE-> Monza di forza a Cosenza, Brocchi: “Bravi a saper aspettare” – VIDEO

Ciro Polito, direttore sportivo dell’Ascoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della sfida contro il Cittadella: “Innanzitutto un pensiero ai tifosi che sono dovuti stare lontano dai colori che amano visceralmente. Quando ho incontrato il patron, prima di arrivare qui, ho detto che avrei dato tutto. Ho promesso al patron che avrei portato l’Ascoli alla salvezza. E’ un impresa grande e voglio dedicarla al patron che con il suo modo di fare ti stimola sempre. Questo ha creato un feeling che ci ha portato a tale importante risultato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here