Gasperini, col Tribunale Antidoping si allungano i tempi di giudizio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:09
0

All’indomani dell’udienza al tecnico Gasperini, il Tribunale Nazionale Antidoping ha reso pubblica la sua decisione in merito alla presunta interruzione di un test antidoping a sorpresa e agli insulti che sarebbero stati rivolti all’ispettore da parte del tecnico dell’Atalanta.

Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini a bordocampo nello Stadio Marcantonio Bentegodi prima della partita con l'Hellas Verona. Serie A, 21 marzo 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).
Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini a bordocampo nello Stadio Marcantonio Bentegodi prima della partita con l’Hellas Verona. Serie A, 21 marzo 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).

A margine della vittoria 2-5 con il Parma, il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini aveva promesso che dopo l’udienza con il Tribunale Nazionale Antidoping la situazione sarebbe stata più chiara, negando ulteriori dettagli. In realtà, la decisione presa nella tarda serata del 10 maggio non dirada le nubi su quanto accaduto.

Sono infatti stati rinviati gli atti alla Procura, chiedendo di riformulare l’imputazione a carico dell’allenatore nerazzurro. Il tribunale ha deciso che quanto contestato a Gasperini non fosse adeguato all’infrazione commessa. Questo significa che il tecnico chiuderà la stagione senza alcun provvedimento nei suoi confronti.

Antidoping, cosa ha fatto e cosa rischia Gasperini

La decisione presa dal Tribunale Nazionale Antidoping nei confronti di Gasperini non è da intendere come positiva nei confronti dell’allenatore, ma neache da valutare in senso negativo. Si potrebbe anche interpretare la restituzione degli atti come una richiesta di un capo di imputazione più severo: in ogni caso, la sentenza arriverà nella stagione 2021/22.


Leggi anche:

Il procedimento si riferisce a quanto avvenuto il 7 febbraio a Zingonia durante gli allenamenti. Secondo L’Eco di Bergamo, Gasperini avrebbe interrotto il test antidoping in corso su Gosens insultando l’ispettore, circostanza che il tecnico nega. Il test si sarebbe comunque effettuato al termine dell’allenamento e sarebbe risultato negativo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here