SPAL-Venezia 1-1: sblocca Di Francesco, aggancia Ceccaroni. Tabellino e classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:57
0

SPAL e Venezia si sono affrontate nella 32a giornata di Serie B. La gara è terminata sul risultato di 1-1. Gli estensi sono andati in vantaggio con Di Francesco, ma poco dopo Ceccaroni ha conquistato il pari.

spal Venezia
Etrit Berisha sarà uno dei protagonisti del Monday Night del Paolo Mazza (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

SPAL-Venezia 1-1 | La cronaca

Allo Stadio Paolo Mazza di Ferrara lo scontro diretto in zona play-off tra SPAL Venezia si è deciso tutto nel finale del primo tempo. Tante occasioni per gli estensi nei minuti iniziali del match. Prima con Di Francesco, poi con Missiroli la squadra di casa fa tremare la difesa avversaria. Il pallone tuttavia non entra. Gli ospiti provano ad approfittare di un contropiede con Forte, ma anche in questo caso la fortuna non è dalla loro. Ritmi piuttosto alti. Soltanto al 43′, tuttavia, si sblocca il risultato. A portare avanti i biancazzurri è Di Francesco, servito da Floccari, con un tiro sul secondo palo. Il vantaggio dura però davvero pochissimo. Nei minuti di recupero della prima frazione di gioco, infatti, Ceccaroni sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Aramu supera Berisha e mette il pallone in rete.

Il secondo tempo riparte dal risultato di 1-1. Le due squadre cercano subito nuovamente il vantaggio. Forte, da un lato, Esposito, dall’altro. Al 56′ spinge il Venezia, con Modolo che colpisce la traversa e fa tremare la difesa avversaria. Dieci minuti dopo Crnigoj conclude dalla distanza e colpisce il palo. Lagunari sfortunatissimi. Nulla da fare. Pochi altri brividi nel resto della gara. La gara termina sulla parità.

Il tabellino

SPAL: Etrit Berisha; Luca Ranieri, Nenad Tomović, Leonardo Sernicola, Caleb Okoli, Marco Sala (dal 33′ st Lorenzo Dickmann), Salvatore Esposito (dal 14′ st Alessandro Murgia), Simone Missiroli, Luca Mora (dal 23′ st Jacopo Segre), Sergio Floccari (dal 33′ st Marco Tumminello), Federico Di Francesco (dal 23′ st Gabriel Strefezza). A disposizione: Demba Thiam, Maurice Gomis, Riccardo Spaltro, Federico Viviani, Demba Seck, Luca Moro. Allenatore: Massimo Rastelli.

VENEZIA: Niki Mäenpää; Pasquale Mazzocchi, Marco Modolo, Giacomo Ricci, Pietro Ceccaroni, Luca Fiordilino, Youssef Maleh, Domen Črnigoj (dal 40′ st Jacopo Dezi), Mattia Aramu (dal 19′ st Sebastiano Esposito), Francesco Forte (dal 20′ st Dennis Johnsen), Francesco Di Mariano. A disposizione: Alberto Pomini, Gabriele Ferrarini, Cristian Molinaro, Michele Cremonesi, Michael Svoboda, Domenico Rossi, Bjarki Steinn Bjarkason, Riccardo Bocalon, Óttar Karlsson. Allenatore: Paolo Zanetti.

Reti: al 43′ pt Federico Di Francesco, al 45′ pt Pietro Ceccaroni.

Ammonizioni: al 19′ st Sergio Floccari (SPA), al 6′ st Federico Di Francesco (SPA), al 31′ st Gabriel Strefezza (VEN), al 38′ st Marco Modolo (VEN), al 12′ st Giacomo Ricci (VEN), al 15′ st Pietro Ceccaroni (VEN), al 29′ st Youssef Maleh (VEN).

La classifica

Un punto a testa per SPAL Venezia che muove poco la classifica nella trentaduesima giornata di Serie B. I lagunari restano al quinto posto, mentre gli estensi al sesto. Tre i punti di distanza tra le due squadre.

Le formazioni ufficiali

SPAL – Berisha, Sala, Tomovic, Sernicola, Okoli, Ranieri, Esposito, Missiroli, Mora, Di Francesco, Floccari. All.: Rastelli

VENEZIA – Maenpaa, Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Ricci, Crnigoj, Fiordilino, Maleh, Aramu, Forte, Di Mariano. All.: Zanetti

SPAL-Venezia | La presentazione del match

Allo Stadio Paolo Mazza, in occasione della trentaduesima giornata del campionato di Serie B, andrà in scena un importante scontro diretto in zona play-off. La SPAL ospita infatti il Venezia. Le due squadre sono rispettivamente al sesto e quinto posto della classifica cadetta, con soli tre punti di differenza. I lagunari, tuttavia, sono reduci dalla sconfitta maturata tra le mura amiche contro la Reggina, mentre gli estensi nello scorso turno hanno ottenuto un pari in casa del Chievo Verona. Entrambe, ad ogni modo, intendono tornare a conquistare una vittoria per potere puntare nel finale di stagione al migliore piazzamento possibile per disputare la parte extra-regolamentare del campionato. Le due compagini si daranno dunque battaglia Monday Night di Pasquetta, in programma a partire dalle 19.00.

Leggi anche -> Monza-Pescara: probabili formazioni, precedenti e curiosità

Le probabili formazioni

Mister Massimo Rastelli ha avuto modo di provare in allenamento, durante la pausa, nuove idee per la sua squadra. Il bilancio dei precedenti da quando è arrivato sulla panchina, subentrando all’esonerato Pasquale Marino, è positivo: una vittoria contro il Cittadella ed un pari contro il Chievo Verona. L’allenatore biancazzurro dunque non dovrebbe effettuare grandi variazioni nella formazione rispetto alle precedenti due gare. Qualche cambio potrebbe essere messo in atto nel 3-5-2 iniziale in difesa e a centrocampo per coloro che hanno disputato i 90′ nel match di sabato. Nel reparto di mezzo, inoltre, mancherà Mora per squalifica. In attacco, invece, dovrebbe essere confermato il duo composto da Strefezza Valoti, quest’ultimo in gol nella trasferta in Veneto. Non è da escludere, tuttavia, l’impiego di Di Francesco.

SPAL (3-5-2): Berisha; Okoli, Tomovic, Ranieri; Dickmann, Segre, Sa. Esposito, Missiroli, Sala; Strefezza, Valoti.

Mister Paolo Zanetti intende invece mettere da parte la sconfitta contro la Reggina e ripartire dalla straordinaria vittoria del turno precedente contro il Monza. È anche per questa ragione che Aramu, autore di una tripletta, dovrebbe essere ancora titolare sulla trequarti, dietro alla coppia composta da Esposito Jonhsen, con quest’ultimo che potrebbe essere sostituito anche da Di Mariano, che nell’ultima gara ha giocato soltanto mezz’ora. Nella lista dei convocati è riapparso anche Forte, che è reduce da un lungo infortunio e potrebbe ritagliarsi qualche minuto. In difesa e a centrocampo, invece, non dovrebbero esserci particolari variazioni nell’undici iniziale. Unico ballottaggio sulla fascia è quello tra Mazzocchi Ferrarini.

VENEZIA (4-3-1-2): Pomini; P. Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro; Fiordilino, Taugordeau, Maleh; Aramu; Johnsen, Se. Esposito.

Leggi anche -> Focolaio in Nazionale: c’è un altro positivo (e salterà la Champions)

Precedenti e curiosità

SPAL Venezia si sono incontrate nella loro storia in altre trenta occasioni tra Serie ASerie BLega Pro Coppa Italia. Il bilancio sorride agli estensi, che hanno conquistato 12 vittorie a fronte di 10 pareggi e 8 ko. La situazione non cambia di molto se si considerano soltanto le gare giocate nel campionato cadetto: i biancazzurri hanno dalla loro parte 7 successi, mentre i lagunari hanno vinto 5 volte. Sono 5 anche i pareggi. Il predominio diventa ancora più netto guardando soltanto agli incontri disputati allo Stadio Paolo Mazza. I padroni di casa hanno ottenuto infatti ben 7 vittorie a fronte di 6 pareggi e soltanto 2 sconfitte. La gara di andata in questa stagione, invece, è terminata con un pari a reti inviolate.

Le due squadre quest’oggi tenteranno di insidiare le porte avversarie. Tra le fila del Venezia occhio a Sebastiano Esposito, che è un ex della gara. L’attaccante di proprietà dell’Inter ha vestito la maglia biancazzurra fino a gennaio scorso, ma si è tolto poche soddisfazioni con gli estensi. Adesso è pronto a punirli. Nella partita contro il Monza ha segnato il suo primo gol con i lagunari. Il classe 2002, inoltre, sfiderà il fratello Salvatore Esposito, più piccolo di due anni, che in questa annata sta invece dando il meglio di sé nel centrocampo del club di Ferrara: 26 presenze e 4 reti finora. Un avvincente scontro in famiglia. In casa della SPAL, infine, attenti anche al solito Valoti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here