PSG-Manchester City 1-2, cronaca in diretta: garanzia De Bruyne, rosso Gueye

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:29
0

La gara di andata delle semi-finali di Champions League fra PSG e Manchester City inizia con il vantaggio dei padroni di casa. Il secondo tempo, però, viene preso in mano dal City, che raggiunge e supera l’avversario. Finalmente Guardiola torna a vincere sull’eterno avversario Pochettino.

Da sinistra: John Stones festeggia la rete del temporaneo pareggio 1-1 del Manchester City ed il portiere Keylor Navas del PSG sdraiato a terra dopo essere stato battuto. Champions League, semi-finali, 28 aprile 2021 (foto di Alex Grimm/Getty Images).
Da sinistra: John Stones festeggia la rete del temporaneo pareggio 1-1 del Manchester City ed il portiere Keylor Navas del PSG sdraiato a terra dopo essere stato battuto. Champions League, semi-finali, 28 aprile 2021 (foto di Alex Grimm/Getty Images).

PSG-Manchester City | Cronaca della partita


Sport Meteoweek sta seguendo in diretta questa partita. Premi il tasto F5 o clicca qui per aggiornare i contenuti. Per sapere se la diretta streaming è su Sky, Dazn o Mediaset, clicca qui; per la diretta testuale scorri la pagina verso il basso.

>Primo tempo 1-0: possesso palla City, ripartenze PSG

La partita viene subito infiammata da un pallone sanguinoso del Manchester City, che viene subito rubato da Di Maria. La sfera finisce sui piedi di Mbappé che crea l’assist per Neymar. Interviene Walker dalla difesa avversaria a fermare tutto. Al 13′ l’azione dei padroni di casa parte dal calcio d’angolo ed è pericolosissima, ma Ederson ferma Neymar.

Al 15′, però, Di Maria tira un nuovo calcio d’angolo dalla sinistra, su cui svetta il capitano Marquinhos. Il suo tiro di testa finisce alle spalle del portiere del City e segna l’1-0. C’è lo scatto d’orgoglio della squadra ospite, che con De Bruyne e Mahrez imposta delle buone azioni, impegnando finalmente Navas.

Mentre il Manchester City sembra accusare l’avversario, Florenzi diventa il padrone della fascia destra ed imposta dei buoni dialoghi con Paredes. Negli ultimi minuti della prima frazione di gioco Gundogan lancia Foden, che prova la conclusione da posizione centrale in area. Il portiere avversario ferma tutto in due tempi.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Paris Saint-Germain (@psg)

>Secondo tempo

Dopo una fuga in avanti dell’imprendibile Mbappé, è il Manchester City a dimostrare di volersi riprendere al gara. Prima è De Bruyne a terminare con una conclusione aerea troppo alta. Un minuto dopo, al 64′ è sempre De Bruyne ad ottenere clamorosamente il pareggio 1-1 su errore di Navas che si fa battere mentre aspetta i suoi compagni.

Passano pochi minuti ed è altrettanto incredibile il nuovo errore difensivo del PSG. La punizione di Mahrez del 71′ vede aprire uno spazio fra Kimpembe e Paredes. Il pallone si inserisce fra i due giocatori e finisce nell’angolino in basso per l’1-2. La situazione per i Parisians precipita quando rimangono in dieci sulla giusta espulsione di Gana Gueye al 77′.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Manchester City (@mancity)

PSG-Manchester City | Cronaca della partita

Ecco il tabellino della gara, completo di cambi ed ammonizioni:

PSG-MANCHESTER CITY 1-2: 15′ Marquinhos (P), 64′ De Bruyne (M), 71′ Mahrez (M).

PSG (4-2-3-1): Navas; Florenzi, Marquinos, Kimpembe, Bakker; Gana Gueye, Paredes (83′ Herrera); Di Maria (80′ Pereira), Verratti, Neymar; Mbappé. All.: Pochettino.
A disposizione: Dagba, Diallo, Draxler, Kean, Kehrer, Kurzawa, Icardi, Rafinha, Rico, Sarabia.

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Moraes; Walker, Stones, Dias, Joao Cancelo; Rodri, Gundogan; Mahrez, De Bruyne, Silva; Foden. All.: Guardiola.
A disposizione: Aguero, Aké, Fernandinho, E.Garcia, Jesus, Laporte, Mendy, Steffen, Sterling, Torres, Trafford, Zinchenko.

ARBITRO: Felix Brych.

AMMONITI: 31′ Joao Cancelo (M), 70′ Paredes (P), 86′ De Bruyne (M).

ESPULSO: 77′ Gana Gueye (P).


Leggi anche le interviste post-partita:

PSG-Manchester City | Formazioni ufficiali

Ecco le formazioni ufficiali della partita:

PSG (4-2-3-1): Navas; Florenzi, Marquinos, Kimpembe, Bakker; Gana Gueye, Paredes; Di Maria, Verratti, Neymar; Mbappé. All.: Pochettino.
A disposizione: Dagba, Diallo, Draxler, Herrera, Kean, Kehrer, Kurzawa, Icardi, Pereira, Rafinha, Rico, Sarabia.

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Moraes; Walker, Stones, Dias, Joao Cancelo; Rodri, Gundogan; Mahrez, De Bruyne, Silva; Foden. All.: Guardiola.
A disposizione: Aguero, Aké, Fernandinho, E.Garcia, Jesus, Laporte, Mendy, Steffen, Sterling, Torres, Trafford, Zinchenko.

PSG-Manchester City | Probabili formazioni

Entrambi i tecnici impostano il loro gioco su una linea difensiva alta, una squadra che pressa alto e, soprattutto, sulla costruzione del gioco dal basso. Bisogna però tenere presente che il City ha giocato tre giorni prima dell’incontro la finale della Carabao Cup, che sicuramente avrà procurato un elevato dispendio di energie.

I due allenatori, molto probabilmente, giocheranno a specchio sul modulo ultra-offensivo 4-2-3-1. Guardiola avrà un’occasione unica di poter mostrare di essere in grado di battere Pochettino, e molto probabilmente punterà sul possesso palla. I Parisians, invece, potrebbero puntare sulle ripartenze.

Queste le probabili formazioni della gara di Champions League del 28 aprile:

PSG (4-2-3-1): Navas; Florenzi, Marquinos, Kimpembe, Diallo; Gana Gueye, Paredes; Di Maria, Verratti, Neymar; Mbappé. All.: Pochettino.

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Moraes; Walker, Stones, Dias, Joao Cancelo; Rodri, Gundogan; Mahrez, De Bruyne, Silva; Foden. All.: Guardiola.

PSG-Manchester City | Convocati

Questi i convocati di Pochettino:

Portieri: Keylor Navas, Sergio Rico, Yanis Saidan.

Difensori: Mitchel Bakker, Abdou Diallo, Timothée Pembélé, Presnel Kimpembe, Alessandro Florenzi, Colin Dagba, Thilo Kehrer.

Centrocampisti: Rafinha, Ander Herrera, Idrissa Gueye, Danilo Pereira, Abdoulaye Kamara, Leandro Paredes, Marco Verratti, Pablo Sarabia.

Attaccanti: Neymar, Julian Draxler, Angel Di Maria, Kylian Mbappé, Moise Kean, Kenny Nagera.

Questi, invece, i giocatori convocati da Guardiola:

Portieri: Steffen, Ederson, Carson, Moulden, Slicker, Trafford.

Difensori: Walker, Ruben Dias, Stones, Aké, Zinchenko, Laporte, B.Mendy, Joao Cancelo, E.Garcia, Diounkou, Oduroh.

Centrocampisti: Gundogan, Rodri, De Bruyne, Bernardo Silva, Ferran Torres, Fernandinho, Mahrez, Foden, F.Nmecha, Doyle, Palmer, Bernabe, McAtee.

Attaccanti: Sterling, Jesus, Aguero.

PSG-Manchester City | Precedenti e curiosità

PSG e Manchester City si sono incontrati due volte in passato. Il 6 aprile ed il 12 aprile nelle fasi finali di Champions League. Quella volta la spuntò il City, pareggiando 2-2 il primo incontro e vincendo 1-0 il secondo. Determinante fu De Bruyne. I francesi potranno dunque provare a vincere per la prima volta contro il Manchester City il 28 aprile.

Pochettino, il simbolo dell’eliminazione dalla Champions per il Manchester City

Bisogna anche dire che, soprattutto per i tifosi del City, Mauricio Pochettino è l’icona del Tottenham che li ha eliminati dalla Champions due anni fa. Mahrez in conferenza stampa ha però smentito: “No, non pensiamo mai a queste cose. Non pensiamo a quello che è successo in passato, a chi era l’allenatore che ci ha battuti“.

Il confronto Mbappé-Foden

Mentre Pochettino in conferenza stampa ha cercato di sviare le domande sul confronto fra Mbappé e Foden, Guardiola ha invece dato la sua opinione: si tratterebbe di due giocatori con ruoli diversi, il paragone dunque non reggerebbe. Rimane però il fatto che sono due giovani talenti del miglior calcio mondiale.

La rivalità Pochettino-Guardiola

La rivalità fra Pochettino e Guardiola è stata confermata da più fonti. Sarebbe nata quando lavoravano ne La Liga e poi si sarebbe consolidata nella Premier League. Il tecnico del PSG vede in Marcelo Bielsa un padre, mentre l’allenatore del City si è innamorato della stessa filosofia di Bielsa durante un seminario in Argentina.


Leggi anche:

In particolare, è stato proprio Pochettino ad infliggere la prima sconfitta all’avversario nel campionato inglese, quando nel 2016 il Tottenham vinse con un 2-0 secco. Storico il commento di Guardiola a fine dell’incontro: “Non ce l’abbiamo fatta con il loro pressing. Volevamo farlo noi, ma gli avversari sono stati migliori“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here