Empoli-Pordenone 1-0: decide l’autogol di Chrzanowski. Tabellino e classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:59
0

Empoli e Pordenone si sono sfidate nel turno infrasettimanale valido per la 29a giornata di Serie B. Ad avere la meglio è stata la capolista grazie ad un autogol di Chrzanowski arrivato nel finale. Ospiti in 10 per tutta la gara a causa dell’espulsione di Falasco.

empoli pordenone
Leonardo Mancuso nel corso della gara del girone di andata contro il Pordenone (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Empoli-Pordenone 1-0 | La cronaca

La gara dello Stadio Carlo Castellani è regolarmente iniziata alle 19.00. Un Pordenone decimato dalle assenze è costretto a fare i conti fin da subito con un’altra difficoltà. A soli sei minuti dal fischio di inizio, infatti, restano in dieci. Il direttore di gara Federico La Penna inizialmente mostra il giallo a Falasco per un fallo su Mallamo che stava ripartendo in contropiede nei pressi dell’area, poi cambia idea e gli sventola il rosso. Neroverdi sbigottiti. La squadra di Attilio Tesser è costretta a chiudersi su se stessa. L’Empoli attacca con decisione, soprattutto con le iniziative di Bajrami. La partita è inevitabilmente a senso unico, ma gli ospiti e resistono e si va negli spogliatoi con le reti inviolate.

La seconda frazione di gioco inizia sostanzialmente come è terminata la prima. L’Empoli cerca disperatamente il gol, mentre il Pordenone non può fare altro che difendersi nel migliore dei modi data l’inferiorità numerica. Al 56′ i padroni di casa sfiorano la rete con Parisi, il quale si accorge dell’estremo difensore avversario fuori dai pali e calcia verso la porta dalla distanza. Il pallone si scaglia tuttavia contro la traversa. Dieci minuti dopo Zurkowski va a terra in area di rigore e gli azzurri chiedono il calcio di rigore. Il direttore di gara Federico La Penna ci pensa qualche istante ma poi lascia proseguire. Al 76′ ci prova anche il neo-entrato La Mantia con un colpo di testa su assist di Moreo, ma il riflesso di Perisan mantiene il risultato sull’equilibrio. Soltanto nel finale si sblocca il risultato. A due minuti dal novantesimo, infatti, Matos tocca in area piccola e la sfera finisce sul ginocchio di Chrzanowski. Il rimbalzo beffa il portiere neroverde. La squadra di Attilio Tesser deve arrendersi alla capolista dopo avere lottato con le unghie e con i denti in dieci per l’intera gara.

Il tabellino

EMPOLI – PORDENONE 1-0

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Romagnoli, Casale, Parisi; Zurkowski (29′ st Crociata), Stulac (42′ st Ricci), Haas (42′ st Matos); Bajrami; Mancuso (23′ st Moreo), Olivieri (1′ st La Mantia). A disp.: Furlan, Terzic, Sabelli, Damiani, Pirrello, Nikolaou, Cambiaso. All. Dionisi.

PORDENONE (5-3-2): Perisan; Biondi (47′ st Turchetto), Camporese, Stefani, Falasco, Chrzanowski; Zammarini (47′ st Foschiani), Scavone, Rossetti; Mallamo (16′ st Secli), Musiolik. A disp.: Bindi, Fasolino, Del Savio, Samotti. All. Tesser.

ARBITRO: La Penna di Roma 1. Assistenti: Del Giovane di Albano Laziale e Marchi di Bologna. Quarto ufficiale: Paterna di Teramo.

MARCATORI: 43′ st Chrzanowski (aut.)

Ammoniti: Olivieri, Mancuso, Stulac, Bajrami, Musiolik.
Espulsi: Falasco al 6′

Angoli: 12-0
Recupero: pt 1′; st 3′.

La classifica

L’Empoli guadagna tre punti preziosi per mantenere il distacco di +6 sulla seconda. Il Pordenone, invece, colleziona il settimo turno senza vittoria e scende al quindicesimo posto della classifica. Adesso la zona play-out è ad un passo.

Le formazioni ufficiali

Le due squadre, nonostante i cinque casi di positività al Covid-19, scenderanno in campo. Di seguito le formazioni ufficiali.

EMPOLI: Brignoli; Stulac, Romagnoli, Mancuso, Olivieri, Bajrami, Casale, Fiamozzi, Zurkowski, Haas, Parisi. A disposizione: Furlan; Terzic, Crociata, Matos, Moreo, La Mantia, Sabelli, Ricci, Damiani, Pirrello, Nikolaou, Cambiaso

PORDENONE (5-3-2): Perisan; Biondi, Camporese, Stefani, Chrzanowski, Falasco; Zammarini, Scavone, Rossetti; Mallamo, Musiolik. A disp.: Bindi, Fasolino, Del Savio, Secli, Foschiani, Turchetto, Samotti. All. Tesser.

ARBITRO: La Penna di Roma 1. Assistenti: Del Giovane di Albano Laziale e Marchi di Bologna. Quarto ufficiale: Paterna di Teramo.

La presentazione di Empoli-Pordenone

Il turno valido per la ventinovesima giornata del campionato di Serie B porterà quest’oggi il Pordenone in casa dell’Empoli. La capolista intende dare continuità alla vittoria ottenuta nel weekend contro il Vicenza, che le ha permesso di allungare a +6 sulla seconda in virtù della sconfitta del Monza contro la Reggina. I neroverdi, invece, mancano il successo da ben sei turni. Nello scorso impegno, tra le mura amiche contro il Pescara, si è visto un miglioramento rispetto ai precedenti, con un pareggio a reti bianche come risultato finale. Gli uomini di Attilio Tesser continuano a non riuscire a segnare. Per evitare di piombare nella zona play-out, che dista soltanto sei punti, serve un inversione del trend. I friulani ci proveranno già a partire da quest’oggi, anche se la sfida dello Stadio Carlo Castellani è ostica. Inoltre, dovranno anche fare i conti con le numerose positività al Covid-19 dell’ultimo minuto.

Le probabili formazioni

Mister Alessio Dionisi non deve fare i conti con particolari assenze. L’unico indisponibile è infatti Bandinelli. L’allenatore, tuttavia, ha annunciato in conferenza stampa che farà qualche variazione rispetto all’undici messo in campo contro il Vicenza, data la stretta vicinanza nel calendario dei due impegni. Nella difesa a quattro, davanti a Brignoli, in particolare, dovrebbero rivedersi sulle fasce Fiamozzi Parisi, che nello scorso turno hanno risposato. In mezzo, invece, confermati Casale Romagnoli. Al centrocampo sono da valutare le condizioni di Ricci, uscito al 64′ nell’ultima gara di campionato. Per cui al fianco di Stulac Haas potrebbe esserci Zurkowski. Sulla trequarti nessun dubbio sulla presenza di Bajrami. In avanti, invece, al fianco di bomber Mancuso, potrebbe essere il turno da titolare per Matos, che nello scorso turno ha realizzato da subentrato un gol su calcio di rigore.

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Casale, Romagnoli; Parisi; Zurkowski, Stulac, Haas; Bajrami; Matos, Mancuso. All. Dionisi

Leggi anche -> Empoli, Dionisi: “Pordenone ha identità precisa. Cerchiamo continuità”

Mister Attilio Tesser ha a disposizione una squadra decimata. Non sono infatti partiti per la trasferta contro l’Empoli gli infortunati Bassoli, Berra, Pasa, Butic e Finotto, nonché gli squalificati Vogliacco e Misuraca. All’appello mancherà anche un altro giocatore, di cui al momento non si conosce l’identità, il quale è risultato positivo al Covid-19 nell’ultimo giro di tamponi prima della partenza. Il tecnico avrà dunque sostanzialmente scelte obbligate. Per fronteggiare l’emergenza dovrebbe, nel dettaglio, mettere in campo il consueto 4-3-1-2, ma con alcune variazioni. In difesa confermati Chrzanowski e Camporese, mentre per sostituire Vogliacco l’allenatore potrebbe affidarsi a Magnino. Al centro, a dare fiato a Barison, dovrebbe essere invece Stefani. A centrocampo invece Calò prenderà il posto di Misuraca, affiancato da Zammarini Scavone, quest’ultimo diffidato. Sulla trequarti confermato Mallamo, che guarderà la spalle a Ciurria e ad uno tra Morra Musiolik. Il primo, tuttavia, è uscito malconcio dalla sfida contro il Pescara.

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Magnino, Camporese, Stefani, Chrzanowski; Zammarini, Calo’, Scavone; Mallamo; Ciurria, Musiolik. All. Tesser.

Leggi anche -> Pordenone, Tesser: “Mai vissuto momento così difficile, serve autostima”

Precedenti e curiosità

Empoli Pordenone, nella loro storia, si sono incontrate soltanto altre tre volte. L’avventura dei neroverdi in Serie B è infatti parecchio recente. Nella stagione 2019/20, tuttavia, questi ultimi riuscirono a battere gli azzurri sia in casa sia in trasferta. Nel primo caso il risultato finale fu di 2-0 con le reti di Burrai, su calcio di rigore, e Pobega. Nel secondo caso invece fu una vittoria di misura con il solo gol di Bocalon. In quella annata, tuttavia, si trattava sostanzialmente di scontri diretti per un posto ai piani alti della classifica. Oggi la situazione è ben diversa, con gli uomini di Attilio Tesser che si trovano a lottare per allontanarsi dalla zona play-out, mentre la squadra di Alessio Dionisi è in vetta. La gara di andata di questa stagione, tuttavia, è stata equilibrata. Si è conclusa infatti con un pari a reti bianche. I toscani dovranno dunque sfatare un tabù.

Questa sera allo Stadio Carlo Castellani si sfideranno il secondo attacco cadetto più prolifico in casa (l’Empoli ha 24 reti segnate con bomber Mancosu alla guida, meglio a 30 soltanto il Lecce) e Pordenone che, con soli 12 gol subiti lontano da casa, ha la miglior difesa del torneo in trasferta. Il Pordenone è invece una delle cinque formazioni cadette di Serie B che finora ha mandato in rete meno calciatori, soltanto 10. I neroverdi segnano pochissimo e sono a secco da ben 349′. Ultima rete firmata Ciurria contro l’Ascoli lo scorso 27 febbraio. I ramarri hanno segnato un solo gol nelle ultime 6 giornate di campionato.

Una piccola curiosità riguarda infine le espulsioni. L’Empoli è l’unica squadra ad aver giocato in una sola occasione in superiorità numerica, mentre il Pordenone si è trovato ben 9 volte con l’uomo in più. Solo un cartellino rosso fino a questo momento è stato dato ai danni dei friulani. Se dovessero esserci evenienze di questo genere, dunque, questi ultimi sembrerebbero essere destinati a goderne.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here