Sassuolo-Atalanta 1-1, cronaca in diretta: rosso Marlon e Gollini, l’Inter ha vinto il campionato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:52
0

La gara della trentaquattresima giornata di Serie A fra Sassuolo e Atalanta finisce con 10 giocatori per entrambe le formazioni ed un pareggio 1-1. Il risultato determina di fatto la vittoria dello scudetto da parte dell’Inter, ferma la corsa all’Europa dei neroverdi e lascia la Dea al secondo posto in classifica.

Da sinistra: il terzino del Sassuolo Giorgios Kyriakopoulos guarda il suo portiere Andrea Consigli parare il rigore calciato da Luis Muriel dell'Atalanta. Serie A, 2 maggio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).
Da sinistra: il terzino del Sassuolo Giorgios Kyriakopoulos guarda il suo portiere Andrea Consigli parare il rigore calciato da Luis Muriel dell’Atalanta. Serie A, 2 maggio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).

Sassuolo-Atalanta 1-1 | Cronaca in diretta

>Primo tempo 0-1: Gosens a quota 10 gol e 6 assist, rosso Gollini

Le due squadre giocano molto corte, con un giropalla difensivo dei neroverdi ed i portieri non molto impegnati dalle azioni di gioco. La prima emozione della gara è il sinistro a giro di Malinosvkyi, che Consigli respinge con la punta delle dita. La gara prende una svolta quando il portiere Gollini viene espulso per fallo da ultimo uomo ed intervento da dietro.

Al 22′, infatti, Boga riceve un pallone lungo, e tenta lo scatto inseguito da Hateboer. Il numero 95 nerazzurro esce dall’area di rigore ed atterra il giocatore neroverde. C’è lo scatto d’orgoglio della Dea e l’azione imprevedibile di Gosens. L’esterno interviene in scivolata su un pallone basso, ed in sforbiciata mira l’angolino della porta per lo 0-1.

Su un pallone sanguinoso perso da Freuler, Berardi si inserisce al limite dell’area e prova la conclusione di sinistro, che accarezza il palo dall’esterno. Sul finire del primo tempo, la posizione in fuorigioco di Hateboer porta all’annullamento della rete di Zapata nata da un batti-e-ribatti in area.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Atalanta B.C. (@atalantabc)

>Secondo tempo 1-1: rigore trasformato da Berardi e fallito da Muriel

Il secondo tempo inizia con un’Atalanta che si proprone insolitamente con cinque giocatori sulla linea difensiva. Gosens e Hatboer giocano da terzini, mentre Malinovskyi e Zapata sembrano rinunciare a qualsiasi azione offensiva. Al 49′ la spallata di Toloi su Traoré regala il rigore ai neroverdi. Si presenta al dischetto Berardi, che segna la rete dell’1-1.

Una manciata di minuti dopo c’è la fiammata di Hateboer, lanciato in area avversata da Malinovskyi. Prova a concludere con il sinistro, che non è i suo piedi: Consigli è provvidenziale a buttare sopra la traversa. Al 63′ Locatelli si vede annullato per il suo fuorigioco la rete che avrebbe segnato il vantaggio dei neroverdi.

Al 74′ arriva il secondo giallo per Marlon ed il rigore per l’Atalanta sulla sua trattenuta in area a Muriel. Si presenta proprio il colombiano sul dischetto, ma Consigli para il suo tiro ed il numero nove scivola sulla ribattuta. Nel frattempo, Toloi chiede di essere sostituito lamentando un infortunio e lascia il campo per Palomino.

Entrambe le formazioni sono rimaste con 10 giocatori, e De Roon prova un’interessante verticalizzazione, murata da Consigli. Negli ultimi secondi di gioco, è ancora il portiere del Sassuolo ad intervenire sulla linea per fermare la spizzata di Hateboer. La partita finisce 1-1 e sancisce la vittoria dello scudetto da parte dell’Inter.

Sassuolo-Atalanta 1-1 | Tabellino | Classifica | Highlights

Ecco il tabellino della gara, completo di cambi e ammonizioni:

SASSUOLO-ATALANTA 1-1: 32′ Gosens (A), 52′ rig. Berardi (S).

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Muldur, Marlon, Chiriches (46′ Ferrari), Kyriakopoulos; Obiang (60′ Bourabia), Traoré (78′ Ayhan), Locatelli; Berardi, Defrel (46′ Raspadori), Boga. All.: De Zerbi.
A disposizione: Haraslin, Maxi Lopez, Magnanelli, Pegolo, Peluso, Rogerio, Toljan.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi (79′ Palomino), Romero, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina (25′ Sportiello); Malinovskyi, Zapata (60′ Muriel). All.: Gasperini.
A disposizione: Caldara, Ilicic, Kovalenko, Lammers, Maehle, Miranchuk, Pasalic, F.Rossi, Sutalo.

ARBITRO: Luca Pairetto di Nichelino.

AMMONITI: 28′ Marlon (S), 34′ Chiriches (S), 40′ Locatelli (S), 45’+1′ Obiang (S), 53′ Ferrari (S), 78′ Djimsiti (A).

ESPULSI: 22′ Gollini (A), 75′ Marlon (S).

NOTE: Al 41′ gol annullato dalla VAR per fuorigioco di Zapata (A). Al 64′ gol annullato dalla VAR per fuorigioco di Locatelli (S). Al 76′ rigore fallito di Muriel (A).

Questa la classifica di Serie A aggiornata:

 

Ecco gli highlights ufficiali della Lega Serie A per l’incontro del 2 maggio:

Sassuolo-Atalanta | Formazioni ufficiali

Di seguito le formazioni ufficiali della gara del 2 maggio:

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Muldur, Marlon, Chiriches, Kyriakopoulos; Obiang, Traoré, Locatelli; Berardi, Defrel, Boga. All.: De Zerbi.
A disposizione: Ayhan, Bourabia, Ferrari, Haraslin, Maxi Lopez, Magnanelli, Pegolo, Peluso, Raspadori, Rogerio, Toljan.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina; Malinovskyi, Zapata. All.: Gasperini.
A disposizione: Caldara, Ilicic, Kovalenko, Lammers, Maehle, Miranchuk, Muriel, Palomino, Pasalic, F.Rossi, Sportiello, Sutalo.

Sassuolo-Atalanta | Probabili formazioni

De Zerbi dovrà sciogliere prima della partita i dubbi su Raspadori e, soprattutto, Defrel. Assenti sia l’importante Caputo che Romagna. Nonostante l’opzione della difesa a tre sia sempre viva, i neroverdi dovrebbero utilizzare il loro classico modulo ultraoffensivo 4-2-3-1. A centrocampo potrebbe tornare titolare Obiang al posto di Maxi Lopez.

Gasperini si trova ad avere finalmente tutta la rosa a disposizione ed un Malinovskyi in forma strabiliante. Il ritorno di Hateboer dall’infortunio e di Gosens dalla squalifica fanno pensare che Gasperini utilizzerà il classico 3-4-1-2. Molto probabile che, in queste ultime 5 gare, si vedano insieme in campo sia Muriel che Zapata.

Ecco le probabili formazioni della gara:

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Obiang, Locatelli; Berardi, Djuricic, Boga; Defrel. All.: De Zerbi.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi; Muriel, Zapata. All.: Gasperini.

Sassuolo-Atalanta | Convocati

Questi sono i convocati di De Zerbi e Gasperini:

Sassuolo-Atalanta | Precedenti e curiosità

Come raccontato dallo stesso De Zerbi in conferenza stampa, per i neroverdi la Dea è “la bestia nera”. È da sette incontri casalinghi che non si riesce a strappare la vittoria ai nerazzurri. Inoltre, negli ultimi 6 incroci fra le due squadre, i ragazzi di Gasperini hanno messo a segno almeno tre reti.

Dal 2010 ad oggi le squadre si sono incontrate ben 19 volte, e le statistiche danno come ultra-favorita la Dea con il 68% di possibilità di vittoria. Il secondo risultato più probabile è il pareggio (dato al 21%). Dal 29 dicembre 2018, cioè nelle ultime 5 gare disputate fra le due squadre, Zapata è l’unico giocatore che ha segnato almento una rete ad incontro.


Leggi anche le conferenze stampa pre-partita:

La partita di andata di questo campionato di Serie A si è conclusa 5-1, con l’Atalanta che chiude il primo tempo 1-0 e nel secondo travolge gli avversari. Si trattava di una delle prime partite in cui era chiaro che l’ex capitano Papu Gomez era in uscita dalla squadra, ed un sontuoso Ilicic affiancava Zapata sulla linea offensiva.

Il ritorno del centrocampo atalantino

La partita vedrà tornare in campo insieme dal primo minuto i due esterni di centrocampo, Gosens e Hateboer. A causa dell’infortunio al piede di quest’ultimo, era dal 23 gennaio che non lo si vedeva più in campo. Per lui sarà l’occasione di mettersi in mostra per provare ad essere convocato con la Nazionale olandese.

Il confronto Pessina vs. Locatelli

Come suggerisce La Gazzetta dello Sport, molto probabilmente l’allenatore della Nazionale Italiana Roberto Mancini sarà uno degli spettatori della partita. Molto probabilmente sia Pessina che Locatelli saranno fra i 26 convocati per il Campionato Europeo, oltre ad inseguire l’Europa con il proprio club.

Ecco le statistiche di Matteo Pessina:
•anni: 24
•stagioni in Serie A: 3
•presenze: 23
•gol: 1
•assist: 2
•tiri: 19
•palle recuperate: 130
•occasioni create: 25
•Km a partita: 10,482
•ammonizioni: 2
•MEDIA VOTO 6,40

Queste, invece, le statistiche di Manuel Locatelli:
•anni: 23
•stagioni in Serie A: 6
•presenze: 29
•gol: 3
•assist: 2
•tiri: 38
•palle recuperate: 210
•occasioni create: 31
•Km a partita: 11,044
•ammonizioni: 8
•MEDIA VOTO 6,34

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here